onoreGiuseppe Parazzini, 70 anni, notaio ed expresidente dell’Associazione Alpini, giovedì mattina ha “accolto” il corteo di quei delinquenti dei No Expo esponendo la bandiera italiana sul balcone. Fatto bersaglio del lancio di uova, Parazzini non si è spostato di un solo millimetro. Ecco, è di uomini così, sempre più rari, che dovremmo parlare, non di quei minorati mentali che hanno devastato Milano. Quelli vanno sbattuti in galera, senza tanti complimenti e con buona pace del garantismo a targhe (ed appartenenze) alternate. Quasi dimenticavo: complimenti a un verosimile fake Andrea Camilleri. Prontamente individuati i responsabili del disastro, li ha rimproverati con ironico disprezzo con un tweet: “Caro ragazzino di casapound che oggi hai fatto il #blackblock, lo sai che rompendo le vetrine delle banche non fai la rivoluzione?”. Molti, compreso chi scrive, l’hanno ritenuto attendibile, tanto più che il finto Camilleri ha anche chiesto scusa. Si era sbagliato, troppa foga ideologica, evidentemente. Ma non è di lui che volevo parlarvi, né di altro. Mi basta che guardiate la foto di Giuseppe Parazzini, impassibile. Dice molto di più di migliaia di parole. Schiena dritta, un uomo solo contro centinaia di vigliacchi mascherati. Prendiamo esempio.camilleri

Tag: , , ,