Non una parola di scuse. E perché mai? “I nostri piloti restano i migliori del mondo“, si è limitato a commentare l’ad della Lufthansa, Carsten Spohr. Del mondo, intendiamoci, non della Germania. E l’Airbus A320, neanche a dirlo ma l’ha detto: “era al cento per cento abile per volare”. Come avete potuto anche solo dubitarne? Per quanto aerolinea a basso costo (low cost), la Germanwings è pur sempre teutonica. Tutta colpa del ventisettenne Andreas Lubitz, copilota del volo 4U9525, che avrebbe volontariamente – il condizionale resta d’obbligo – causato la propria morte e quella di altre 149 persone. Se fosse stato musulmano ora non avremmo dubbi (la gran parte […]