L’innominabile riposava, come si usa dire in questi casi, al cimitero Musocco di Milano. No, non ci riferiamo all’innominato manzoniano ma a un “personaggio” altrettanto scomodo e sicuramente meno noto: Dante Virgili. Nato il 21 marzo del 1928 a Bologna e scomparso il 20 giugno del 1992, Virgili – quel che rimane delle sue spoglie mortali – è oggi nel limbo degli estinti in attesa di finire nell’ossario comune. Dissotterrato due anni or sono, senza alcun parente disponibile a farsi carico delle spese di concessione per il loculo, la sua sorte parrebbe segnata. Gli unici parenti, del resto, rintracciati all’epoca della sua […]