L’Aquila. Delegato ieri a “Cultura, Estetica e Creatività” dal presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, democristiano di sinistra abilissimo nel reclutamento trasversale, Leandro Bracco è oggi il consigliere regionale a 5 stelle più “braccato” sul web. Il popolo grillino è insorto, chiedendone e ottenendone la testa. Metaforicamente, s’intende. Le giustificazioni addotte dal destellato consigliere – “accetto, ma resto all’opposizione” – non hanno convinto i suoi colleghi. Non è possibile tenere il piede in due scarpe, hanno tuonato. Tanto più perché, quando ieri, in aula, si è trattato di votare contro la chiusura dei punti nascita di Atri, Sulmona, Penne e […]