Luoghi comuni, bugie di comodo e verità ignorate: la palude informativa in cui sovente si dibatte il settore dell’auto, complice innanzitutto la superficialità e una certa faciloneria, ma anche l’impreparazione di chi si trova alle prese con argomenti complessi, che è più semplice liquidare ricorrendo agli stereotipi di una percezione comune spesso distorta.

Ecco allora l’idea di costituire una task force di tecnici, esperti e giornalisti specializzati, promossa dall’Uiga, l’Unione dei giornalisti dell’automotive, di cui sono presidente, con il caldo invito a farne parte alle stesse case automobilistiche attraverso le associazioni che le rappresentano: un vero team di specialisti, organizzato per muoversi in tutta Italia, proponendosi nell’ambito di incontri tematici itineranti, in grado di fare chiarezza sugli aspetti che pongono l’auto sotto la lente, per mezzo di risposte certe, documentate e scientificamente fondate.

A dare lo spuntoa all’iniziativa è stato il convegno «Auto@Ambiente-Vere bugie e false verità, svoltosi a Padova e che ho moderato, che ha preso le mosse dalle cronache di questi giorni, secondo cui il Comune patavino sarebbe pronto a vietare ai Suv l’ingresso in centro città.