Care compagnie petrolifere, questa volta fate una buona azione. Mettetevi una mano sul cuore

La polemica infinita è sempre la stessa: alla riduzione del prezzo del petrolio non corrisponde un’altrettanta rapida riduzione del costo dei carburanti. Al contrario, quando il greggio sale l’adeguamento dei prezzi alle pompe è pressoché immediato. Ma accise e balzelli vari non bastavano, ora anche il punto in più di Iva sta facendo volare i carburanti in prossimità di quota 1,7 euro. E chissà dove andremo a finire. Ecco allora l’invito che si può rivolgere alle compagnie e alla stessa Unione petrolifera che le rappresenta: anche voi, come hanno per esempio fatto le case automobilistiche e altre realtà, assorbite il […]

  

Scritto in Generale -
1 Commento »  

Anche l’Aci al tavolo milanese sull’Ecopass, please

Rimango sempre più sorpreso dal silenzio tombale dell’Aci Milano sulla questione Ecopass. Che cosa aspetta a intervenire? La voce degli automobilisti è fondamentale. Perché al tavolo di Palazzo Marino, insieme alla miriade di sigle di artigiani e commercianti non c’è anche quella dell’Aci? Un suggerimento: dall’alto delle sue conoscenze, l’Aci potrebbe rappresentare in questi incontri la filiera dell’automobile oltre che gli stessi stessi automobilisti e, dati alla mano, far capire al sindaco Pisapia e all’assessore Maran la ragione per cui far pagare il ticket ai veicoli a gas (Gpl e metano) oltre a quelli tradizionali di ultima generazione (diesel Euro […]

  

Il tram a 1,50 euro e’ pura follia. E poi si dice di lasciare la macchina a casa…

Ma come e’ possibile incentivare l’uso dei mezzi pubblici a Milano se il biglietto del tram viene portato a 1,50 euro, 50 cent in piu’ rispetto al passato? E tutto questo senza potenziare e rendere piu’ sicuri i parcheggi alle porte della citta’ gestiti dall’Atm. Come fa un lavoratore pendolare, obbligato a viaggiare in auto, a mettere in conto 3 euro al giorno per i mezzi, piu’ il parcheggio, oltre al carburante? Sono d’accordo sullo scaglionamento delle tariffe Atm, creando piu’ fasce di prezzi a seconda delle necessita’. E poi, chi ha investitito in una vettura con motorizzazioni efficienti dev’essere […]

  

Evviva il fronte anti-Ecopass. Ma l’Aci dov’e?

Finalmente! Sono mesi che lo vado ripetendo! Bisogna che suoni la sveglia contro le continue vessazioni a cui sono sottoposti gli automobilisti. Ed e’ suonata, alleluja! A Milano e’ nato il fronte anti-Ecopass e nei giorni scorsi c’e’ stata la prima riunione. Ne fanno parte le associazioni dei commercianti e degli artigiani. Dicono no alla nuova tassa voluta dalla giunta Pisapia, quella che da gennaio imporra’ il pagamemento di 4 o 5 euro per entrare nei Bastioni. Devo putroppo notare un’assenza imperdonabile in questa battaglia. Perche’ l’Aci fa scena muta? Perche’ non batte un colpo a difesa degli automobilisti?

  

E se le supercar iniziassero ad andare più piano?

Lancio una provocazione che, probabilmente, avrà un effetto boomerang. Nel senso che in molti diranno: «Ma quello è matto!». Parlo delle automobili super potenti, quelle con oltre 300 cavalli di potenza (il riferimento non è casuale visto che sono finite nel mirino del fisco). Ma voglio parlare anche di altri modelli, con potenza inferiore, ma non per questo delle lumache. Allora: se sulle autostrade si può correre, Codice alla mano, fino a 130 chilometri orari e, spesso, ci spingiamo fino a 150-160, per quale motivo si continuano a vendere vetture che superano i 300? Ma quando mai raggiungeremo una velocità […]

  

il Blog di Pierluigi Bonora © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>