La giornata dei bonus, ma non per l’auto

31 maggio 2013, la giornata dei bonus per far ripartire il Paese. E l’auto sta a guardare (e per fortuna che il ministro Zanonato ha incontrato i vertici Fiat…).

  

Crisi dell’auto, Zanonato vedrà Marchionne. E gli altri?

Il ministro dello Sviluppo economico, Zanonato, ha detto, in un’intervista al “Sole”, che nei prossimi giorni incontrerà l’ad di Fiat, Sergio Marchionne. Il ministro vuole fare il punto sui progetti del Lingotto per il Paese, gli investimenti e la crisi del mercato. Su quest’ultimo punto, però, sarebbe stato opportuno invitare tutta la filiera. Anfia, Unrae e Federauto che dicono? Non si sentono tagliati fuori. Battano un colpo, allora. Le case estere non rappresentano più o meno il 70 per cento delle immatricolazioni? L’indotto auto non ha fame di commesse? I concessionari non hanno l’acqua alla gola?

  

A proposito di lobby

@PierluigiBonora: É durato un paio di giorni il tentativo di tassare le sigarette elettroniche, poi pluff, tutto svanito. La lobby auto ha tanto da imparare

  

La contessa e i garage (secondo lei) che non servono

La risposta della contessa che ama andare in bicicletta Isabella Bossi Fedrigotti (beata lei che abita in centro a Milano e non i problemi dei comuni mortali: quindi, per questo, è facile parlare) alla lettera di un lettore, pubblicata dal “Corriere” dell’8 maggio, mi porta a intervenire. Il lettore in questione, il signor F. C., esprimeva le sue non poche perplessità a proposito della soppressione, a Milano, dei posti auto. Da qui la necessità di creare parcheggi sotterranei (a prezzi popolari, aggiungo io) e di considerare chi arriva da fuori (e non abita a due passi dall’ufficio) e, quindi, non […]

  

Auto, Caporetto da scongiurare

La siderurgia, comparto centrale del nostro Paese, ha ottenuto l’apertura di un tavolo di confronto con il ministero dello Sviluppo. E l’auto? Non ancora pervenuta. Da una parte l’Anfia, che sollecita (fosse la prima volta) la creazione di una task force, dall’altra l’Unrae che, cambiato il presidente, sta probabilmente prendendo ancora le misure. Intanto il tempo passa e la situazione peggiora: i consumi sono precipitati ai livelli di tredici anni fa e la spese per la mobilità, secondo gli ultimi dati di Confcommercio, sono scese dell’8,7% nel primo trimestre dell’anno e del 14,2% in tutto il 2012. Si tratta del […]

  

Se ci fossero stati quei 3 miliardi

Il mancato gettito di 3 miliardi dall’auto sarebbe servito ora al governo per allentare la morsa fiscale (Imu, Iva, ecc). Puro masochismo.

  

il Blog di Pierluigi Bonora © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>