«Il superbollo sulle auto di lusso ha fatto perdere al fisco 140 milioni in un anno». Così le associazioni dell’auto in una lettera al ministero dell’Economia. Se è apprezzabile l’unità d’intenti ritrovata tra le sigle (Anfia, Aniasa, Assilea, Federauto, Unasca e Unrae) non è altrettanto per la tempistica. L’allarme viene suonato nel momento in cui il governo è più che traballante e, per di più, alla vigilia dell’innalzamento di un punto dell’Iva. Sono passati una quindicina di giorni da quando il viceministro all’Economia, Luigi Casero, riconoscendo i danni causati dal superbollo, aveva aperto a una possibile abolizione. Il ferro si batte finché è caldo.

Tag: , , , , , ,