A Camponogara, un paese del Veneto, un ciclista passa con il rosso e si becca una legnata: multona di 336 euro e -6 punti sulla patente. Se anche a Milano i vigili fossero altrettanto rigorosi, invece di dare la caccia ai divieti di sosta sempre nei solito posti, le casse del Comune sarebbero molto più ricche.
Quello che è successo al ciclista in oggetto accade infatti tutti i santissimi giorni nelle grandi città e a Milano in particolare, dove l’automobilista che fa osservare educatamente al ciclista il rischio che ha corso nello sbucare improvvisamente contromano, si prende come minimo un pugno sulla portiera e un bel vaff….. La multona appioppata al malcapitato dovrebbe essere replicata a carico di tutti quei maleducati che sfrecciano sui marciapiedi, vanno in contromano e passano col rosso sicuri di aver ragione solo perché viaggiano sulla “verde” bici. Ciò non toglie che lo stesso rigore debba essere applicato a chi in auto o in moto si comporta da idiota e non rispetta le regole. Solo con una maggiore equità nel sanzionare gli utenti della strada, pedoni inclusi, si potrá circolare con più sicurezza e nel rispetto di tutti.

Tag: , , ,