Quel rito voodoo su Alfa Romeo

Alfa Romeo sembra ormai essere vittima di qualche rito voodoo. Infatti, ci risiamo. Nel momento in cui si parla di rilancio, si danno i numeri (nessuna ironia), si stabiliscono gli investimenti e ci si prepara ad assaporare la rinascita di una dei marchi più famosi (e ambiti) di tutto il mondo, lo spillone che qualcuno ha affondato (o dimenticato) nella sagoma del Biscione fa il suo effetto. Si è cominciato con il ritardare l’arrivo nelle concessionarie della nuova Giulia a causa di vari problemi: la Cina in difficoltà ma anche, a quanto sembra, l’esigenza di interventi affinché il modello possa […]

  

Due Lamborghini poliziotto a caccia della super Audi dei banditi. Era ora

Da qualche anno la Polizian stradale ha in dotazione due super bolidi. Sono due Lamborghini Huracàn Lp610-4 che, finalmente, potranno sfogare tutta la loro incredibile potenza. È stato infatti deciso di utilizzarle per dare la caccia alla fantomatica Audi Rs4 gialla con a bordo tre delinquenti albanesi che da giorni stanno terrorizzando il Nordest. Finora, infatti, la super Audi non ha avuto problemi a seminare le auto delle nostre Forze dell’ordine, non all’altezza per fronteggiarsi con il bolide tedesco da 450 cavalli. Ma ora, con il loro motore 5.2 da 610 cavalli (0-100 in 3,2 secondi), le due Lamborghini della […]

  

Renault e quell’anatema sul diesel di madame Sègolène

E’ strano che l’altro giorno, lo stesso del terremoto che ha colpito Renault per una presunta frode sui motori diesel, ipotesi poi rientrata (ma intanto il titolo era precipitato in Borsa trascinandosi l’intero comparto auto), nessuno abbia tirato in ballo il recente anatema del ministro all’Ambiente francese, Sègolène Royal. Oggetto dell’anatema, lanciato l’autunno scorso, era proprio il motore diesel: “Un giorno o l’altro, bisognerà farla finita con il diesel”, l’affermazione di Sègolène, anche se a farne le spese, in quel caso, saranno soprattutto i due gruppi transalpini, Renault e Psa Peugeot Citroen, dove lo Stato è presente con proprio quote […]

  

Tassa Ue sulla benzina, l’idea “oscena” del ministro tedesco

L’idea dell’addizionale europea sulla benzina lanciata dal ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, per coprire i crescenti costi legati ai migranti, è semplicemente oscena, per dirla alla Sergio Marchionne, che fa spesso uso di questo termine (osceno) per commentare negativamente particolari situazioni. Ebbene, il governo di Angela Merkel vuol fare pagare a tutti noi europei la falsa azione di buonismo della scorsa estate sul tema immigrazione. Avere aperto le porte a oltre 1,1 milioni di migranti, insieme ai recenti fatti gravissimi di Colonia, sta facendo riflettere Berlino. Ci mancava giusto la sparata di Schauble, visto che a conti fatti la […]

  

Il governo dà la patente per guidare senza patente

Guidare senza patente non sarà più reato. Nel cosiddetto decreto sulle depenalizzazioni che il governo dovrebbe approvare venerdì 15 gennaio a tenere banco è questa novità. Lo schema di decreto legislativo preparato dal ministro della Giustizia, Andrea Orlando, prevede di trasformare il reato in sanzione amministrativa solo per i casi in cui non ci sia recidiva. In pratica chi sarà scoperto a guidare senza patente per la prima volta eviterà sì il processo penale (che spesso finisce con la prescrizione), ma dovrà pagare una sanzione salatissima: da 5mila a 30mila euro. La seconda volta senza patente, nell’arco del biennio, c’è […]

  

“Michigan is auto”, così Detroit ringrazia il settore. Ma in Italia sarebbe: “Auto is money”

Michigan is auto”, si legge sui cartelli che sovrastano le highway che circondano Detroit, un segno di ringraziamento dello Stato americano al settore che, grazie alla sua rinascita, ha riportato il sorriso all’economia del territorio e migliaia di nuovi posti di lavoro. In Italia, purtroppo agli ingressi di Milano e di altre città si leggerebbe: “Milan against auto” o, peggio ancora, guardando ai movimenti ambientalisti o pseudo tali: “Italy against auto”. Da noi l’auto viene buona solo per fare cassa.

  

Via le auto, Milano come Oslo: ma mi faccia il piacere…

Tra gli anti-auto (tradizionali) regna la disinformazione: continuano a insistere sulla mobilità elettrica e non si accorgono che nel 2015, seppur in crescita del 31,5%, le vetture con questo tipo di alimentazione vendute in Italia sono state 1.450, per una quota mercato dello 0,1%. Un granello di sabbia. Restando sulle vetture elettriche, il discorso da anni, tanti anni, non cambia di una virgola: il reale sviluppo di questa mobilità deve coincidere con il potenziamento delle colonnine di ricarica. E deve essere fatta chiarezza anche sulle tariffe. E’ inutile, dunque, continuare a speculare (mi rivolgo alle amministrazioni comunali) sull’elettrico. Siete voi […]

  

Auto: Obama fa, Renzi “cavalca”

C’è una differenza sostanziale tra il presidente americano Barack Obama e il premier italiano Matteo Renzi: riguarda la concretezza, le cose fatte e soprattutto i risultati che si toccano con mano. Prendiamo in esame l’auto, settore per il quale mi occupo. Obama, in vista dell’Auto Show di Detroit, il primo importante appuntamento dei costruttori del 2016, ha ricordato , come l’”America debba essere orgogliosa di quello che la nostra industria icona ha fatto: sette anni fa era sull’orlo del collasso”. “Mi sono rifiutato di girare le spalle ai lavoratori americani – ha aggiunto Obama – e ho scommesso su di […]

  

Smog e auto, “business is business” ma almeno i costruttori si danno da fare

“Business is business”, è innegabile. Ma se non fossero le Case automobilistiche con le loro reti vendita a darsi da fare per aiutare il Paese a rinnovare il parco circolante, a quest’ora la già enorme cifra di 20 milioni di veicoli obsoleti, quindi “sporchi” e insicuri, sarebbe – ahinoi -maggiore. Ecco perché, pur considerando che dietro queste iniziative c’è l’intenzione di spingere le vendite e guadagnarci, la nuova campagna “SuperRottamazione” del gruppo Fca è senza dubbio interessante. E sarà probabilmente seguita da altre campagne “creative” da parte dei concorrenti. Una battaglia a colpi di idee e di marketing per il […]

  

Auto e mercato, cosa fare nel 2016

Il ruolo dei concessionari e delle Case automobilistiche, tutti impegnati a venire incontro alle esigenze di chi voleva cambiare auto (sconti, promozioni, agevolazioni), è stato determinante per il raggiungimento di un dato di chiusura del mercato 2015 più che positivo, anche se ancora lontano dal livello considerato fisiologico di 1,8-1,9 milioni di unità. Anche il settore del noleggio, è da rimarcare, ha dato il suo importante contributo. Nel 2015, dunque, sono stati immatricolati in Italia 1.574.872 veicoli, con una crescita del 15,8% sul difficile 2014. L’anno, al di là dei risultati, ha vissuto un finale di grandi tensioni: lo scandalo […]

  

Ferrari, la “primadonna” Renzi colpisce ancora

Giornata storica in Piazza Affari per la quotazione del titolo Ferrari (“Race”, come a Wall Street) anche sulla piazza milanese. Con il presidente di Exor, la cassaforte di casa Agnelli, John Elkann, e il fratello Lapo, il numero uno del Cavallino, Sergio Marchionne, il vicepresidente, Piero Ferrari, l’ad Amedeo Felisa e il team principal, Maurizio Arrivabene non poteva mancare la vera “primadonna” dell’evento, cioè il premier Matteo Renzi. E non poteva mancare la consueta esaltazione, da parte sua, del proprio “io”. Ecco come ha cominciato il suo intervento: “Ringrazio Sergio Marchionne per avere accettato l’invito a quotare Ferrari anche a […]

  

Smog, Toyota Italia si ribella (e fa bene), intanto a Napoli è retromarcia

Contro gli inutili blocchi del traffico e le inutile targhe alterne, a protestare, a livello istituzionale, seppur con qualche giorno di ritardo, e quindi a fatti in corso, è stato solo l’Aci, per voce del suo presidente Angelo Sticchi Damiani. Silente, invece, anche se parte interessata, l’Ac Milano. E non è stata una cosa positiva, a mio parere, visto il comunicato – precedente all’ordinanza del Comune, su modi e tempi del blocco del traffico privato – con il quale il presidente Ivan Capelli sottolineava la volontà di tornare a occuparsi soprattutto di mobilità e non solo dei problemi relativi all’autodromo […]

  

il Blog di Pierluigi Bonora © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>