«A Torino torna il Salone dell’auto»: il sindaco della città della Mole, Piero Fassino, accompagnato dall’assessore alla Viabilità, Claudio Lubatti, mette subito il cappello sulla seconda edizione di Parco Valentino, rassegna ideata dall’imprenditore Andrea Levy che, per l’appuntamento di quest’anno, pone l’accento proprio sul logo «Salone dell’auto di Torino». La formula, collaudata con successo nel 2015, viene di fatto replicata: esposizione dall’8 al 12 giugno nello storico parco torinese; ingresso gratuito; apertura dalle 10 alle 24; vetture esposte su una pedana all’insegna della par condicio, con la possibilità però, rispetto al 2015, di salirci e provarle in un’area apposita. «Il nostro concept – spiega il presidente della rassegna – è quello di portare l’auto verso il pubblico».
Il Salone di Torino ospiterà quest’anno 41 marchi – tutti i brand Fca e Volkswagen, Bmw, Ford, Mercedes-Benz, Opel, Renault, Tesla, Toyota -rispetto ai 25 del debutto; 12, inoltre, i centri stile che hanno aderito (Giorgetto Giugiaro, Paolo Pininfarina, Leonardo Fioravanti, Aldo Brovarane e Lorenzo Ramaciotti, ex Fca, hanno assistito alla presentazione). Nel suo complesso, come ha precisato Levy, l’investimento per organizzare il Salone ammonta a circa 1 milione; «da parte sua – ha aggiunto – il Comune ha messo a disposizione gratuitamente gli spazi. Stimiamo almeno 500mila visitatori».
Per il lancio della rassegna, che prevede anteprime nazionali e una mondiale (Mazzanti Automobili), è stata scelta la stazione di Porta Susa, trasformata in un piccolo Salone grazie ai 20 modelli di stile, scala 1:4, dello Ied (Istituto europeo di design) sospesi nella volta di acciaio e vetro dello scalo. Trenitalia, in proposito, garantirà tariffe agevolate per chi si recherà a Torino durante i cinque giorni dell’esposizione.[/TESTO]
Fallito il tentativo di riportare il Salone dell’automobile a Milano in coincidenza con Expo, e con i costruttori orientati verso nuovi format basati soprattutto sulle tecnologie e la connettività, a contendersi ora il ruolo di Salone italiano del settore, sono Torino, con la formula Parco Valentino, e il Motor Show di Bologna (3-11 dicembre in Fiera). E proprio quest’ultimo, alla fine di maggio, in due conferenze stampa, a Milano e a Bologna, svelerà il concept definitivo, dopo l’anteprima di qualche mese fa. Tre i concetti di fondo del nuovo Motor Show: passione, tecnologia e mobilità che cambia.

Tag: , , , , , , , , , ,