Dopo la Google-car anche il jeans Levi’s “intelligente”. Dove andremo a finire?

Una notizia diffusa da “PambiancoNews” mi dà lo spunto per una riflessione. Eccola: nel 2016 potrebbero vedere la luce i primi jeans smart. Lo ha annunciato Google svelando un accordo con Levi’s. L’intesa punta a sviluppare un “filato sensibile”, conduttore e molto resistente, grazie al quale si potrà applicare al denim il concetto di touch screen. I fili conduttori sono collegati a piccoli circuiti, non più grandi dei bottoni di una giacca, con elettronica miniaturizzata che utilizza algoritmi per riconoscere i tocchi. Le informazioni possono essere inviate a smartphone o altri dispositivi, permettendo azioni come telefonate o l’invio di messaggi. Eccetera eccetera. […]

  

Auto, Marchionne tenta una nuova rivoluzione. Mondiale

Sergio Marchionne, ad d Fca, alza il tiro e dopo aver rivoluzionato le relazioni industriali in Italia (l’uscita del Lingotto da Confindustria, il via libera al contratto aziendale e ora la possibilità per ii dipendenti di partecipare agli utili dell’azienda) e spaccato il sindacato con l’isolamento e il graduale depotenziamento della Fiom, ora sferra l’attacco all’intero settore dell’auto. Lo ha fatto in occasione dell’ultimo cda sul primo trimestre, presentando lo studio “Confessioni di un drogato da capitale”, una sorta di riflessione filosofico-manageriale (il drogato in questione sarebbe  il comparto delle quattro ruote) dove Marchionne chiama a raccolta i costruttori affinché sposino la necessità […]

  

il Blog di Pierluigi Bonora © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>