Il piano per la mobilità che la giunta di Milano, guidata da Giuliano Pisapia, finalmente (parere personale) agli sgoccioli del mandato, sta per presentare, contiene brutte sorprese per gli automobilisti. E quando parlo di automobilisti penso a coloro che utilizzano la macchina con coscienza (e non per fare 300 metri e quindi lamentarsi di non trovare poi un parcheggio o per scorrazzare lungo i vialoni). L’auto, come la moto, sono cose serie e possono diventare delle armi micidiali se usate impropriamente (frase che soleva ripetere l’ex ministro dei Trasporti, Pietro Lunardi, il “papà” della patente a punto). Comunque, il sindaco […]