2015: barche battono auto

Barche battono auto. Si chiude così il 2015. Mentre da anni la filiera delle quattro ruote non riesce a ottenere quelle agevolazioni strutturali che consentirebbero al settore di rafforzarsi, grazie a una crescita delle immatricolazioni di veicoli dotati di motori di ultima generazione o alternativi (ibrido, elettrico, metano, Gpl), con ripercussioni positive per l’economia, l’ambiente e la sicurezza, ecco che Ucina Confindustria Nautica mette a segno un bel colpo: è di questi giorni la notizia dell’abolizione della tassa di possesso delle imbarcazioni. “E’ una importante vittoria dell’associazione – annuncia Ucina – che cancella un capitolo nero del Governo Monti, decisivo […]

  

Lupi e quelle insolite premure per l’auto

Le solite cose all’italiana: la mano destra non sa quello che fa la mano sinistra e viceversa. Il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, con un insolito attivismo sul tema auto, dopo aver tentato qualche settimana fa di far passare l’aumento del bollo in cambio della soppressione dell’Ipt, fa sapere che sta studiando, insieme alla collega Federica Guidi (Sviluppo economico), un piano di defiscalizzazione riguardante il settore (sul tipo di quello applicato all’edilizia) allo scopo di svecchiare (e rilanciare) il parco auto italiano. E lo stesso piano riguarderebbe anche i bus pubblici e privati. Se il progetto andrà in porto tanto […]

  

Ecoincentivi auto, ora il ministero fa lo scaricabarile

Questa nota del ministero dello Sviluppo, diffusa nella serata di martedì, sa molto di scaricabarile. C’è da chiedersi se, in assenza di critiche e polemiche sul piano ecoincentivi annunciato 24 ore prima, lo stesso che creato un putiferio tra le case costruttrici e nelle concessionarie, il mistero l’avrebbe diffusa ugualmente. Stupisce il nuovo riferimento alla Consulta per l’automotive il cui fallimento è davanti agli occhi di tutti. Invece di parlare di numerose riunioni, tra gennaio e febbraio, sarebbe meglio parlare di numerosi slittamenti o rinvii. Al ministro Federica Guidi, che conosce bene i problemi dell’automotive, diciamo solo di sentire altre […]

  

Il ministro Federica Guidi non può tradire le attese del settore e faccia subito dimenticare l’inconcludente Zanonato

Il governo di Matteo Renzi ha giurato. Ad attenderlo c’ê un compito quasi proibitivo: rimettere in piedi un Paese in ginocchio. Tra i tanti compiti c’ê quello di riportare sui binari la locomotiva automotive. In questo, un ruolo importantissimo lo avrå il neo ministro dello Sviluppo economico, l’imprenditrice Federica Guidi, ex presidente di Confindustria giovani e figlia d’arte (il papà Guidalberto è stato vicepresidente di Confindustria, direttore del suo Centro studi e, soprattutto, presidente di Confindustria Ancma, l’associazione dei costruttori di moto e accessori). Proprio per questo, Federica Guidi non può “tradire” e deludere le attese. Da lei ci aspettiamo […]

  

il Blog di Pierluigi Bonora © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>