Per Francoforte c’é aria di kaputt, “nein” da Fiat, Alfa, Jeep e…

L’Italia ritrova i Saloni dell’auto con, in prima linea, quello organizzato da Andrea Levy al Parco Valentino di Torino, dal quale prende il nome, e il redivivo Motor Show di Bologna, fermamente voluto dal presidente della Fiera, Franco Boni, e realizzato dal manager Rino Drogo. All’opposto, le grandi rassegne internazionali, con l’esclusione di Ginevra, continuano a perdere colpi. E così, già ora si viene a sapere, come riportato da “Automotive News”, che il mastodontico Salone di Francoforte del prossimo settembre dovrà fare a meno di marchi del calibro di Fiat, Jeep, Alfa Romeo, Infiniti, Nissan, Mitsubishi, Volvo nonché di quelli […]

  

Il Salone di Ginevra, le nozze Psa-Opel e la chance per l’auto di pesare di più

Si ritorna ai fondamentali, cioè a mettere al centro di un evento mediatico mondiale, quale é il Salone dell’auto di Ginevra, che si tiene fino al 19 marzo, lo scenario del settore e i suoi sviluppi futuri. Si parla, dunque, di cose concrete, come lo è l’accordo tra Psa e Gm, con l’acquisizione del marchio tedesco Opel, di proprietà americana, da parte dei francesi. Un matrimonio che rivoluzione la classifica mondiale e soprattutto europea dei costruttori, proiettando il nuovo gruppo nelle zone alte (al secondo posto, per esempio, in Europa, dietro il gigante Volkswagen). L’intesa, inoltre, probabilmente farà da battistrada […]

  

Brexit e auto, un treno per l’Italia

Se Brexit può diventare un’opportunità per l’Italia. Restiamo nel mondo dell’auto. Molti costruttori, in particolare quelli giapponesi, hanno investito fiumi di denaro in Gran Bretagna per costruirvi stabilimenti. Nissan, Honda, Toyota esportano dal Regno Unito verso l’Europa la maggior parte della produzione. E poi ci sono i tedeschi, con Opel, i cui modelli che nascono oltre La Manica, si chiamano Vauxhall e sono gli stessi che il costruttore, che fa capo General Motors, realizza in Europa. Bmw ha dovuto mantenere nel Regno Unito i siti di Mini e Rolls-Royce. E lo stesso ha fatto Tata quando si é presa Jaguar […]

  

Il “gasatissimo” Renzi non ci fa star sereni

Il nostro «gasatissimo» premier Matteo Renzi si è fatto in quattro – e su questo nulla da eccepire – per riempire di elogi John Elkann e Sergio Marchionne sui progetti industriali italiani di Fiat Chrysler Automobiles. A Renzi, inoltre, sono stati presentati in anteprima i modelli, ancora top secret, che il gruppo si prepara a lanciare. La visita torinese (Centro stile Fca e Mirafiori) del premier è quindi proseguita al Centro ricerca di Gm Powertrain, accolto dal numero uno di Opel Europa, Karl Thomas Neumann, dove vengono studiati e sviluppati i motori diesel per tutta la gamma del colosso americano. […]

  

il Blog di Pierluigi Bonora © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>