Che fine ha fatto la riforma del Codice della strada? Ne avevo scritto su “il Giornale”, auspicando una rapida approvazione, alla fine dello scorso anno. Lo stesso presidente della commissione Trasporti del Senato, Altero Matteoli, confidava allora in un iter agile. E’ troppo importante mettere la parola fine, o almeno a provarci, alla mortale abitudine di messaggiare e rispondere a email mentre si guida. La riforma del Codice dovrebbe prevedere, in proposito, un autentico giro di vite con il ritiro immediato della patente. E invece no, sembra che il testo stazioni ancora a Palazzo Madama, vittima della crisi del governo […]