Nardella sette mesi dopo, otto bischerate

Il 26 maggio Dario Nardella ottiene il 59,15% dei voti diventando così ufficialmente sindaco di Firenze. Appena sette mesi dopo le figuracce e i fallimenti della giunta Nardella riempiono già un intero bloc notes. Il paggetto di Matteo Renzi ha inanellato un insuccesso dietro l’altro. Lo slogan di Nardella quando correva per diventare sindaco era «Firenze, più di prima». Forse voleva dire, «Firenze, peggio di prima». Iniziamo con San Lorenzo, quartiere storico di Firenze a due passi dal Duomo. I residenti sono infuriati col sindaco per come non ha saputo gestire il problema dei rifiuti nella storica piazza del Mercato […]

  

Quelle assunzioni sospette che imbarazzano Renzi

Quattro casi di assunzioni sospette al Comune di Firenze. E’ stato presentato un esposto anonimo al procuratore della Corte dei conti di Firenze e al procuratore della Repubblica su presunte assunzioni anomale fatte dal sindaco di Firenze Dario Nardella, “sponsorizzate” da Matteo Renzi. Si tratta di Marco Agnoletti, già portavoce di Renzi in Comune, un tempo addetto stampa anche dell’attuale viceministro degli Esteri, Lapo Pistelli. Agnoletti è da sempre il ventriloquo di Matteo, sottosegretario ombra e accompagnatore fisso. Ebbene è stato confermato come portavoce anche di Nardella pur essendo senza laurea (anche se la normativa attuale lo consente) ma con una retribuzione […]

  

Benvenuti a latrina Santa Maria Novella

Ultima fermata Santa Maria Novella. L’ingresso di Firenze. Il biglietto da visita della culla del Rinascimento ridotto come Beirut dopo le bombe. La bella canzone di Pupo è un lontano ricordo. Appena un turista arriva (o parte) deve passare per forza con le valigie su una striscia di porfido attraverso una coltre di polvere. Tutto intorno terra battuta. I viaggiatori che vanno verso lo scalo ferroviario trovano dune invece del prato verde, lamiere divelte, il bicipark incompiuto. La ditta che ci lavorava è fallita e i lavori, finanziati dal Cipe per 27 milioni di euro, sono fermi. Non c’è una […]

  

Un Carrai è per sempre

L’amato amichetto del premier Matteo Renzi, quello che gli pagava l’affitto a Firenze, Marco Carrai (nella foto) si sposa. Il 27 settembre impalmerà Francesca Campana Comparini, già curatrice a chiamata da parte del Comune per la contestata mostra fiorentina “Jackson Pollock e Michelangelo” a Palazzo Vecchio, costata 375mila euro e che è stata un flop. Trecentocinquanta gli invitati e tre liste di nozze, con preziosi regali. La cerimonia a San Miniato al Monte, sopra Piazzale Michelangelo a Firenze, sarà officiata dal priore padre Bernardo Gianni e i testimoni saranno il premier e sua moglie Agnese. Tra gli invitati numerosi politici, […]

  

Franceschini, il vicedisastro promosso a disastro

Correva l’anno 2014. Il 14 febbraio Letta si dimette, dopo appena 292 giorni di governo. Il 21 febbraio nasce il governo Renzi. Giorni dopo, a Ballarò, Renzi cerca di pulirsi la coscienza: “Ce l’ha chiesto il Pd e gli alleati, io avrei preferito altro. Io so com’è andata e non solo io. Ma il tempo è galantuomo”. Su questo aveva ragione: lui non è stato l’unico “Giuda” che ha tradito Letta. Il primo della lista è Dario Franceschini (nella foto), per questo l’ha scelto come ministro per i Beni culturali. Aveva detto basta ai politici di professione e di lungo […]

  

Un calcio storico nel sedere del sindaco Nardella

Botte da orbi, non solo in campo, ora anche in giunta. Il calcio storico fiorentino, meglio conosciuto come calcio in costume (nella foto) manifestazione che affonda le sue radici già sul finire del Quattrocento, è ancora nella bufera. Questa volta non per risse o regole non rispettate da parte dei calcianti. Ma peggio. Per un’ipotesi di truffa aggravata nei confronti del Comune retto dal paggetto di Renzi, Dario Nardella (nella foto). A tirare fuori questa storia è il consigliere comunale di Fratelli d’Italia–Alleanza nazionale, Francesco Torselli che chiede le dimissioni del vicesindaco a Palazzo Vecchio, Cristina Giachi. “Una gara d’appalto […]

  

Quella grande illusione chiamata Renzi

Sabato 19  luglio, alle 18.30 presenterò il mio libro La grande illusione – Matteo Renzi 2004-2014 (nella foto la copertina) al Bagno Balena Duemila di Viareggio. Interverranno il direttore del Giornale, Alessandro Sallusti, la portavoce nazionale di Forza Italia, Deborah Bergamini, il senatore di Forza Italia Altero Matteoli e il giornalista e scrittore, Marco Ferri. Modererà l’incontro il caposervizio de La Nazione di Viareggio, Enrico Salvadori. Quando ho iniziato a scrivere questo libro, avevo il timore che si sarebbe esaurito in pochi mesi. Che mi sarebbe invecchiato tra le mani e che sarebbe morto giovane. E, invece, a due mesi dalla sua uscita […]

  

La longa manus renziana decapita Confindustria

In Confindustria Firenze c’è puzza di bruciato. Il presidente dei giovani imprenditori, eletto un anno fa (fino al 2016), Gabriele Brotini (nella foto), è stato vittima di un agguato da parte dei provibiri (i “garanti”) di Confindustria nazionale che lo hanno fatto decadere “con effetto immediato”. Un caso più unico che raro. La miccia è stata accesa dopo che si è liberata la poltrona a presidente toscano dei giovani di Confindustria dato che Giacomo Gellini è stato chiamato a Roma come vicepresidente nazionale. Lo scontro è sorto tre settimane fa quando il consiglio direttivo dei giovani fiorentini di Confindustria aveva sollecitato Brotini, vicino […]

  

La balada di Renzi

Abituato a suonare i vecchi papaveri del suo partito, i sindacalisti, i funzionari, i professoroni, i generaloni, e tutti quelli che gli capitano a tiro o che non gli vanno a genio, questa volta il premier è stato suonato. Da un deejay, per l’appunto. E parte così la balada di Renzi. Il premier ha ritirato la denuncia per diffamazione presentata nei mesi scorsi nei confronti del patron e speaker di punta di Radio Studio54 Guido Gheri (nella foto). “Gli impegni istituzionali del Presidente del consiglio non gli consentono di partecipare alle udienze al tribunale di Firenze – ha dichiarato il suo […]

  

Quel Nardella col foulard

Quello che gli Amici miei chiamavano Souvenir d’Italy, era una loro “simpatica iniziativa turistica, approvata anche dalla Pro loco, per aiutare le signore straniere a portarsi via, nelle loro terre lontane, suggestive vedute di questa nostra bella a cara Italia”. E giù foto a “questo campanile di Giotto”, e poi mettici anche “questo bel Battistero”, “forza, forza col Cupolone”. A quei bischeracci di Firenze gli basta una bella risata e tutto passa. Ecco forse perché  il sindaco di Firenze, Dario Nardella, essendo nato a Torre del Greco, non fa ridere per niente. Per la serie il Battistero veste Pucci, lo […]

  

Il blog di Fabrizio Boschi © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>