Nardella sette mesi dopo, otto bischerate

Il 26 maggio Dario Nardella ottiene il 59,15% dei voti diventando così ufficialmente sindaco di Firenze. Appena sette mesi dopo le figuracce e i fallimenti della giunta Nardella riempiono già un intero bloc notes. Il paggetto di Matteo Renzi ha inanellato un insuccesso dietro l’altro. Lo slogan di Nardella quando correva per diventare sindaco era «Firenze, più di prima». Forse voleva dire, «Firenze, peggio di prima». Iniziamo con San Lorenzo, quartiere storico di Firenze a due passi dal Duomo. I residenti sono infuriati col sindaco per come non ha saputo gestire il problema dei rifiuti nella storica piazza del Mercato […]

  

Zingari con licenza di rubare

Salvini, i rom, il lunotto rotto, le proteste, i centri sociali, i fumogeni, le bombe carta. Ma è stato lui a provocare? Ma sono stati loro a manganellare? Ma chi ha cominciato prima, chi è partito dopo? Problemi di massima importanza oggi in Italia. E Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato, cala pure l’asso di cuori commentando le tensioni avvenute a Tor Sapienza a Roma e a pochi giorni dall’aggressione al segretario della Lega nord al campo rom a Bologna: “La violenza non è mai giustificabile, senza se e senza ma, detto questo, Renzi e la sinistra hanno fomentato un’immigrazione senza controlli generando […]

  

Il blog di Fabrizio Boschi © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>