Domani a Maranello tolgono i veli alla F138, l’ultima nata del Cavallino, la Rossa che dovrà accontentare il palato fine e arrabbiato di Alonso e rimarginare le ferite dei tifosi di rosso vestiti.

C’è molta attesa.

L’ingegner Paolo Filisetti, in questi disegni tratti dalla F2012, evidenzia le aree dove i tecnici di Maranello dovrebbero essere maggiormente intervenuti.

 

ANTERIORE

 

– Possibilità di un muso più spiovente, meno squadrato, sulle orme McLaren

– Sospensione  anteriore  pull rod fonte di controversi pareri  tecnici nel 2012

– L’ala  sarà modificata ma visibile solo  all’ultimo test di Barcellona nella versione  per il Gp di Melbourne

– Diversa posizione dei radiatori

 

POSTERIORE

 

– La zona posteriore delle fiancate  con  scarichi perfezionati  nel loro effetto Coanda  per alimentare al meglio il diffusore  restando  nel regolamento

 

 

 

– Nuova conformazione del diffusore e ala  posteriore

 

Stasera, durante la seconda puntata di Parc Fermé, la trasmissione su F1, moto e rally condotta da Guido Schittone (ore 21 su Italia 53, canale 53 del digitale) oltre ad analizzare le possibili sorprese della Ferrari F138, focus di Filisetti sulla Lotus E21 appena  presentata ad Enstone, “una monoposto” che ha grandi possibilità di accreditarsi come  outsider di lusso del mondiale 2013″.

 

 

 

Tag: , , , , , ,