Ironman Fernando è sceso in pista  a Barcellona con un fisico bestiale dopo i mega allenamenti delle ultime settimane.

 

Forse non avrà una Ferrari bestiale ma comunque una buona Ferrari sì.

110 i giri fatti.

“La prima sensazone è ok” ha detto. “Sono d’accordo con Felipe, è di un altro pianeta rispetto ai test dell’anno scorso”.

“Quando tu sali in auto e non incontri sorprese e ti accorgi che più o meno è l’auto che avevi in Brasile è già buona cosa” ha aggiunto.

 

“C’è molto da lavorare” ha detto ancora puntando poi il dito sull’eccessivo degrado delle gomme Pirelli.

 

“Non è bello quando hai molto da provare e però disponi di un solo giro per capire perchè poi le gomme diventano più lente”.

 

Fatto sta,

la F138 con la fessura sotto il muso  ha retto egregiamente l’onda d’urto del guidare di Fernando.

Certe volte scalava e affrontava le curve come fosse a caccia di una pole.

Soprattutto ha retto l’ondone d’urto del confronto diretto con Seb Vettel.

Meglio il pomeriggio fra long run e gomme medie che il mattino di apprendistato e gomme dure.

Meglio parlando di  tempi, s’intende. Visto che nel pome è andata in scena quasi una sfida pole fra top team.

Terzo a mezzo secondo dietro Vettel e Raikkonen al mattino (per tutti e tre gomme dure),

 

SOPRATTUTTO

terzo al pomeriggio a 3 decimi e rotti da Rosberg ma davanti di un respiro a Vettel (tutti su MEDIE)

I test dello scorso anno e il dramma tecnico di quei giorni che diventeranno mesi è lontano anni luce. La Red Bull, vista la facilità mostrata da Vettel nell’azzecare subito temponi, resta lontanina.

La sensazione forte?

Che alla combriccola di big allargata alla Lotus si sia definitivamente aggiunta la Mercedes di Rosberg (ancora noie al cambio) e, soprattutto, di Hamilton.

Nota a margine: la Williams ha svelato la nuova monoposto con scarichi furbetti (sdoppiati) subito vietati dalla Fia.

Il dt Mick Coughlan si era detto certo fossero ok.

Ma voi di Coughlan, il signor spy story delle fotocopie rubate alla Ferrari, vi fidereste?

 

I TEMPI

1. Rosberg (Mercedes) 1’22″616 gomme medie
2. Raikkonen (Lotus) 1’22″623 gomme medie
3. Alonso (Ferrari) 1’22″952 gomme medie
4. Vettel (Red Bull) 1’22″965 gomme medie
5. Maldonado (Williams) 1’23″733
6. Ricciardo (Toro Rosso) 1’23″884
7. Perez (McLaren) 1’24″124
8. Di Resta (Force India) 1’24″144
9. Gutierrez (Sauber) 1’25″124
10. Chilton (Marussia) 1’26″747
11. Pic (Caterham) 1’27″534

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,