Quella frase mi fa impazzire.

Tanto più che l’ha detta così, senza neppure rendersi conto di quanto, le sue parole, sarebbero risultate aliene nel dorato mondo del wrestling.

Sorry.

Volevo dire della F1 dei sorpassi diversamente veri e delle gomme diversamente durature.

Lin Jarvis è il Domenicali della Yamaha,
è il Christian Horner della Red Bull,

mica un pinco palla alle prese con pettine e bambole.

Parlando della rivalità pronta a ri-esplodere in seno al team fra Rossi e Lorenzo,
ha detto

“CHE BATTAGLINO PURE,
CIÒ CHE CONTA È CHE NON VENGA MENO LA SICUREZZA”.

Capito?

La sicurezza.

Mica il risultato di squadra, la classifica, il team… e tutte le varie priorità aziendali che vengono snocciolate dai suoi pari grado in quel della F1.

Ecco!

Credo che in quelle parole e nel suo approccio ci sia tutta la differenza che purtroppo passa tra un business totale camuffato da sport e uno sport ancora comunque vero.

Forza VALE, forza JORGE!
Forza Pedrosa, forza Marquez!

Siete liberi di darvele e di emozionarci e si vede.

Massì,

Per un moto di tenerezza e solidarietà,

Forza anche MASSA, forza WEBBER, forza ROSBERG…

… potreste essere liberi di darle ai vostri capi squadra, potreste ribellarvi.

No che non potete.

Adieu!

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,