“Puntavo alla prima fila, speravo nella seconda, ma sono in terza”.

That’s Valentino in casa sua, al Mugello, Gp che almeno per ora e speriamo di no certifica e ufficializza che Rossi è un altro Rossi.

Le gare di prova e attesa stanno terminando, dopo Jerez, Le Mans, adesso il Gp d’Italia. Il rodaggio dovrebbe essere concluso e invece…

Invece se domani non sarà gara delle sue, la certificazione che abbiamo a che fare con un altro Valentino non sarà più un semplice  pourparler.

Lo sa bene anche lui che dice “speriamo in un’altra gara come in Qatar”, colà dove partì indietro e concluse secondo.

Sì, speriamolo, perché se con queste gomme e queste qualifiche non riesce a rendere come gli altri – l’ha ammesso da tempo anche lui – l’unica possibilità di rivederlo fare cose alla sua maniera è che in gara riesca se non altro a berseli tutti o quasi tutti come in Qatar.

Come ai vecchi tempi.

Intanto, però, Pedrosa è in pole e a pochi millesimi c’è Lorenzo e cioè stavolta vuol dire che  la Yamaha va eccome e i problemi sono tutti del Vale…

E, quel che più conta, in prima fila ci sono anche la sua vecchia Ducati e il buon Dovizioso, abile e furbo a sfruttare una nobile scia. Quella di Pedrosa.

Adieu!

 

COSI’ AL VIA

1.  Dani Pedrosa      Honda                 1m47.157s
 2.  Jorge Lorenzo     Yamaha                1m47.226s  + 0.069s
 3.  Andrea Dovizioso  Ducati                1m47.628s  + 0.471s
 4.  Cal Crutchlow     Tech 3 Yamaha         1m47.632s  + 0.475s
 5.  Stefan Bradl      LCR Honda             1m47.737s  + 0.580s
 6.  Marc Marquez      Honda                 1m47.763s  + 0.606s
 7.  Valentino Rossi   Yamaha                1m47.872s  + 0.715s
 8.  Nicky Hayden      Ducati                1m48.006s  + 0.849s
 9.  Alvaro Bautista   Gresini Honda         1m48.355s  + 1.198s
10.  Michele Pirro     Ducati                1m48.564s  + 1.407s
11.  Bradley Smith     Tech 3 Yamaha         1m48.706s  + 1.549s
12.  Aleix Espargaro   Aspar Aprilia         1m48.765s  + 1.608s
13.  Andrea Iannone    Pramac Ducati         1m49.265s  + 2.108s
14.  Randy de Puniet   Aspar Aprilia         1m49.266s  + 2.109s
15.  Hector Barbera    Avintia FTR-Kawasaki  1m49.847s  + 2.690s
16.  Danilo Petrucci   Ioda-Suter-BMW        1m50.518s  + 3.361s
17.  Colin Edwards     Forward FTR-Kawasaki  1m50.701s  + 3.544s
18.  Claudio Corti     Forward FTR-Kawasaki  1m50.729s  + 3.572s
19.  Michael Laverty   PBM-Aprilia           1m50.787s  + 3.630s
20.  Karel Abraham     Cardion Aprilia       1m51.089s  + 3.932s
21.  Yonny Hernandez   PBM Aprilia           1m51.239s  + 4.082s
22.  Bryan Staring     Gresini FTR-Honda     1m51.981s  + 4.824s
23.  Hiroshi Aoyama    Avintia FTR-Kawasaki  1m52.148s  + 4.991s
24.  Lukas Pesek       Ioda-Suter-BMW        1m52.345s  + 5.188s