Il 20 giugno il SIGNOR GIUDICE scelto dal presidente Fia Jean Todt ascolterà Mercedes e Pirelli in merito al test segreto che le vede “imputate” davanti al tribunale internazione e indipendente voluto dal manager francese. Imputate tra virgolette perché la casa tedesca lo è certamente mentre quella italiana, in quanto fornitrice gomme e non competitor soggetto a regolamento sportivo, lo è meno.

Si vedrà.

Oggi, oltre alla data di convocazione scelta dal SIGNOR GIUDICE Edwin Glasgow, m’interessano un paio di cosine sul SIGNOR ROSS BRAWN.

L’omone furbone inglese ha parlato al microfono amico della BBC è in velocissima sintesi ha detto:

1. Abbiamo tenuto il test di nascosto perché ci interessava la privacy e non la segretezza.

Tradotto significa “che volevamo tutelare anche in termini di sicurezza”, ordine pubblico, “i nostri piloti. Ecco perchè hanno usato caschi anonimi”. Mica volevamo pirlare tutti.

2. “Anche perché non è che vai a Barcellona per tre giorni di test pensando che nessuno se ne accorgerà…”.

3. “E poi non c’è nulla a livello del regolamento sportivo o negli accordi per i test gomme che controlli quale pilota stai usando…”

Eh! Che diamine!.

CONCLUSIONE:

“La mia coscienza è pulita e sono ottimista che una volta che sarà presentata al tribunale l’intera vicenda anche i giudici la vedranno come l’abbiamo vista noi”.

 

Il suo ragionamento non fa una piega a parte il fatto che il lenzuolo steso è già piegato fin dall’inizio: auto 2013 non si usa a stagione in corso. Punto.

Però standing ovation per questo grande interprete del sottobosco formulesco.

Non c’è nessuno come lui.

Lo sa Todt che ci ha lavorato una vita ai tempi della Rossa.

Lo sa il Circus che l’ha visto dominare con la BrawnGp platealmente irregolare nel 2009.

Lo sa la Ferrari che ci ha vinto mondiali a raffica affrontando talvolta momenti oscuri come quello famoso dei deflettori giudicati irregolari in Malesia nel 1999 e poi subito riabilitati dai giudici Fia a Parigi.

Lo sa anche Ecclestone che pare, sembra, si dice lo voglia far fuori dal Circus e per questo, in Mercedes, gli ha messo a fianco Niki Lauda

Fatto sta, Ross sa che davanti al SIGNOR GIUDICE si giocherà più o meno tutto.

Adieu!

I TEMPI DELLE LIBERE DI MONTREAL

1.  Fernando Alonso      Ferrari               1m14.818s            48
 2.  Lewis Hamilton       Mercedes              1m14.830s  + 0.012s  45
 3.  Romain Grosjean      Lotus-Renault         1m15.083s  + 0.265s  40
 4.  Mark Webber          Red Bull-Renault      1m15.212s  + 0.394s  46
 5.  Nico Rosberg         Mercedes              1m15.249s  + 0.431s  46
 6.  Felipe Massa         Ferrari               1m15.254s  + 0.436s  43
 7.  Sebastian Vettel     Red Bull-Renault      1m15.280s  + 0.462s  41
 8.  Adrian Sutil         Force India-Mercedes  1m15.396s  + 0.578s  43
 9.  Jenson Button        McLaren-Mercedes      1m15.422s  + 0.604s  29
10.  Daniel Ricciardo     Toro Rosso-Ferrari    1m15.566s  + 0.748s  38
11.  Kimi Raikkonen       Lotus-Renault         1m15.599s  + 0.781s  35
12.  Sergio Perez         McLaren-Mercedes      1m15.661s  + 0.843s  39
13.  Paul di Resta        Force India-Mercedes  1m15.855s  + 1.037s  22
14.  Pastor Maldonado     Williams-Renault      1m16.319s  + 1.501s  46
15.  Jean-Eric Vergne     Toro Rosso-Ferrari    1m16.351s  + 1.533s  38
16.  Valtteri Bottas      Williams-Renault      1m16.374s  + 1.556s  40
17.  Esteban Gutierrez    Sauber-Ferrari        1m16.475s  + 1.657s  45
18.  Nico Hulkenberg      Sauber-Ferrari        1m16.929s  + 2.111s  35
19.  Jules Bianchi        Marussia-Cosworth     1m17.070s  + 2.252s  41
20.  Charles Pic          Caterham-Renault      1m17.236s  + 2.418s  35
21.  Max Chilton          Marussia-Cosworth     1m17.888s  + 3.070s  45
22.  Giedo van der Garde  Caterham-Renault      1m18.392s  + 3.574s  39

 

 

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,