Guardo le classifiche delle libere spagnole e vedo il Vale in vetta.

Sorrido.

Oggi noi del motomondo andremo a nanna un po’ felici. Jorge è in agguato, però dai Vale, forza, che a Barcellona se non ci fai lo scherzo di partire da lontano, qualcosa di molto buono potrai regalarti e regalarci.

Poi guardo il mondo dietro al Vale e penso che stavolta è vuoto. Vuoto vero.

Vuoto pneumatico ma qui la Pirelli, grazie a Dio,  non c’entra.

Vuoto sferico perché da qualunque parte lo si guardi sempre vuoto resta.

Sì, c’è Dovizioso. Sì, ci sono Iannone e Pirro e Petrucci e Corti e Fenati in Moto3 però dove sono quelli della razza dei Valentino Rossi, dei  Loris Capirossi, dei Max Biaggi, dei Luca Cadalora, dei Franco Uncini, dei Marco Lucchinelli, dei Virginio Ferrari, dei Giacomo Agostini, dove diamine sono?

Semplicemente non ci sono.

La Federazione parla di trenta baby sotto osservazione e questo invece che rinfrancare dà l’esatta misura di quanto sia disperato il momento. Una volta non ci sarebbero stati trenta sotto controllo, bensì i trenta si sarebbero sparpagliati qua e là fra le varie classi e categorie minori ed Europa e mondo e Italia facendo parlare di sé.

Ora non si parla.

Semmai si parla del recente Mugello punto più basso del motomondo italico da cinquant’anni a questa parte. Erano 17 anni che uno dei nostri, nelle tre categorie, non mancava il podio.

Invece l’ha mancato.

Intanto gli spagnoli senza soldi come noi hanno fin qui, stagione 2013, centrato 13 podi su 15.

La verità è che nei tempi d’oro, tempi durati una vita, la Federazione e chi di dovere hanno pensato solo a far festa sui molti podi anziché curare chi cresceva dietro.

Il motociclimo non è lo sci.

Qui non stiamo parlando del vuoto dopo la valanga azzurra o Alberto Tomba, stiamo parlando di uno sport che vuoto di talenti non era mai stato.

Fino ad oggi.

Adieu!

 

 I TEMPI DELLE LIBERE A BARCELLONA

1. Valentino Rossi   Yamaha                 1m42.297s             19
 2. Jorge Lorenzo     Yamaha                 1m42.346s  + 0.049s   18
 3. Dani Pedrosa      Honda                  1m42.557s  + 0.260s   17
 4. Alvaro Bautista   Gresini Honda          1m42.752s  + 0.455s   18
 5. Cal Crutchlow     Tech 3 Yamaha          1m42.776s  + 0.479s   19
 6. Marc Marquez      Honda                  1m42.857s  + 0.560s   18
 7. Nicky Hayden      Ducati                 1m42.890s  + 0.593s   20
 8. Andrea Dovizioso  Ducati                 1m42.988s  + 0.691s   16
 9. Stefan Bradl      LCR Honda              1m43.005s  + 0.708s   16
10. Aleix Espargaro   Aspar Aprilia          1m43.204s  + 0.907s   17
11. Andrea Iannone    Pramac Ducati          1m43.272s  + 0.975s   18
12. Randy de Puniet   Aspar Aprilia          1m43.644s  + 1.347s   17
13. Michele Pirro     Ducati                 1m43.648s  + 1.351s   19
14. Bradley Smith     Tech 3 Yamaha          1m44.247s  + 1.950s   11
15. Hector Barbera    Avintia FTR-Kawasaki   1m44.461s  + 2.164s   17
16. Colin Edwards     Forward FTR-Kawasaki   1m44.586s  + 2.289s   17
17. Karel Abraham     Cardion Aprilia        1m44.599s  + 2.302s   17
18. Danilo Petrucci   Ioda-Suter-BMW         1m44.609s  + 2.312s   20
19. Michael Laverty   PBM-Aprilia            1m45.337s  + 3.040s   19
20. Claudio Corti     Forward FTR-Kawasaki   1m45.513s  + 3.216s   18
21. Hiroshi Aoyama    Avintia FTR-Kawasaki   1m45.834s  + 3.537s   19
22. Yonny Hernandez   PBM Aprilia            1m46.216s  + 3.919s   9
23. Bryan Staring     Gresini FTR-Honda      1m46.577s  + 4.280s   19
24. Lukas Pesek       Ioda-Suter-BMW         1m47.239s  + 4.942s   17
Tag: , , , , , , , , , , , ,