I have a dream.

Non è un dream grande e nobile come quel dream di tanti anni fa firmato Martin Luther King,

ma è pur sempre un dream, il mio, un sogno sportivo che cullo da tempo e che dopo questa Suzuka cullo ancor di più.

Suzuka pista bella e intrigante e difficile resa un luna park non dalla ruota grande che la domina ma dallo spettacolo piccolo da fiera di paese di questa F1 .

Sogno che queste gare incubo non ci siano più, sogno che i commentatori non debbano più raccontare gp così, che i giornalisti non ne debbano scrivere, che nei circuiti il pubblico non debba più assistervi, che milioni di spettatori non debbano più svegliarsi per vedere vincitori previsti vincere, macchine dominatrici dominare, sorpassi artificiali compiersi, gomme col timer consumarsi, ali mobili drogare i sorpassi.

Sogno che Vettel vinca come oggi ma che possa fare il Vettel dimostrando quanto forte è, partendo e sorpassando e gestendo tutto d’un fiato le sue gomme fino alla bandiera e sorpassando quando può, quando osa, quando è giusto, rivelando anche in quel gesto quanto più forte è.

Sogno che Webber possa sbagliare al via come ha fatto e però fare la sua gara fino in fondo senza strategie diverse onorando così la propria carriera e il suo pubblico senza pagare lo scotto di tattiche a tavolino.

Sogno che Grosjean non debba rinunciare a una vittoria perché con le ali mobili chi è dietro su gomme nuove è Dio e chi davanti un povero pirla e che non debba dire addio a un secondo posto perché si ritrova con gomme dure quando Webber danza tardivamente sulle morbide e pigia il bottoncino delle ali mobili e opplà  lo svernicia via proprio come fatto da Vettel.

Sogno che ad Alonso venga data una grande Ferrari ma che lui la pianti di parlare e pensi di più a metterla a punto come si deve anziché andare in vacanza e pedalare e comprare team di biciclette e poi non comprarli più.

Sogno che Massa vinca in Brasile perché è giusto così, anche se il decimo posto è cosa davvero brutta.

Sogno anche e soprattutto che qualcuno mi tolga il dubbio grande grande che mi è venuto assistendo a tutte le belle cose che va facendo Grosjean negli ultimi gran premi: e cioè che la Lotus buona sia passata a lui.

Nell’attesa di questi molti dream, spero che qualcuno mi svegli presto da questo incubo chiamato effeuno.

E che il Circus la smetta di violentare l’essenza di questo sport.

 

COSI’ ALL’ARRIVO

 1.  Sebatian Vettel    Red Bull-Renault        1h37.410s
 2.  Mark Webber        Red Bull-Renault            +7.1s
 3.  Romain Grosjean    Lotus-Renault               +9.9s
 4.  Fernando Alonso    Ferrari                    +45.6s
 5.  Kimi Raikkonen     Lotus-Renault              +47.3s
 6.  Nico Hulkenberg    Sauber-Ferrari             +51.6s
 7.  Esteban Gutierrez  Sauber-Ferrari           +1m11.6s
 8.  Nico Rosberg       Mercedes                 +1m12.0s
 9.  Jenson Button      McLaren-Mercedes         +1m20.8s
10.  Felipe Massa       Ferrari                  +1m29.2s
11.  Paul di Resta      Force India-Mercedes     +1m38.5s
12.  Jean-Eric Vergne   Toro Rosso-Ferrari         +1 giro
13.  Daniel Ricciardo   Toro Rosso-Ferrari         +1
14.  Adrian Sutil       Force India-Mercedes       +1
15.  Sergio Perez       McLaren-Mercedes           +1
16.  Pastor Maldonado   Williams-Renault           +1
17.  Valtteri Bottas    Williams-Renault           +1
18.  Charlies Pic       Caterham-Renault           +1
19.  Max Chilton        Marussia-Cosworth          +1            

giro veloce: Mark Webber, 1m34.587s            

ritirati
Lewis Hamilton       Mercedes                          9
Giedo van der Garde  Caterham-Renault                  0
Jules Bianchi        Marussia-Cosworth                 0               

Mondiale piloti               Mondiale costruttori
 1.  Vettel        297        1.  Red Bull-Renault          445
 2.  Alonso        207        2.  Ferrari                   297
 3.  Raikkonen     177        3.  Mercedes                  277
 4.  Hamilton      151        4.  Lotus-Renault             264
 5.  Webber        148        5.  McLaren-Mercedes           83
 6.  Rosberg       126        6.  Force India-Mercedes       62
 7.  Massa          90        7.  Sauber-Ferrari             55
 8.  Grosjean       87        8.  Toro Rosso-Ferrari         31
 9.  Button         60        9.  Williams-Renault            1
10.  Hulkenberg     49
11.  Di Resta       36
12.  Sutil          26
13.  Perez          23
14.  Ricciardo      18
15.  Vergne         13
16.  Gutierrez       6
17.  Maldonado       1