Vento e freddo e sbalzi di temperatura e gomme dure e qualifica schizofrenica, chi andava non andava più e vice versa tranne che in casa Red Bull dove tutto è sempre terribilmente uguale e avanti anni luce rispetto agli altri.

Pole di Vettel, Webber secondo, Alonso sesto, Massa lontano, Ferrari sempre inguaiata, la Sauber che le mostra come usare a dovere il suo motore e le si piazza di nuovo davanti, Kovalainen dignitosamente ottavo al debutto sulla Lotus del connazionale maldischienato per cui aumentano esponenzialmente rabbia e rimpianto per il povero Valsecchi.

Questo in pillole il sabato texano che, personalmente, ha due star, special guest, due che ieri si sono elevati una spanna sopra tutti.

Per ciò che hanno detto.

Uno, quello che proprio ha battuto tutti, è Martin Whitmarsh, capo della McLaren. L’altro, Pastor Maldonado, pilota, gli è arrivato in scia.

Perché se Pastor Maldonado, per motivare la sua bocciatura in q1 nel confronto con il compagno Bottas primo,  ha detto chiaro e tondo che il team Williams lo sta boicottando facendo “giochi con le temperature della mia macchina”,

inarrivabile e meraviglioso è stato Whitmarsh.

Il manager inglese che giusto l’altro giorno aveva trombato Perez appiedandolo in zona Cesarini, cioè quando ormai diventa difficile anche per uno sponsorizzato come il messicano trovare un’auto degna di quel nome,

adesso si arrovella fra i rimorsi e ha deciso di aiutare il povero ragazzo.

Ha infatti rivelato:

«Ho chiamato la Force India e la Lotus per raccomandargli Perez perchè merita di essere in F1… Sto cercando di aiutarlo a trovare una squadra. La gente dice che la nostra decisione è arrivata terribilmente tardi, ma non tutto è ancora deciso».

Voto?

 

ps: Marciello 3° nella gara qualifica di Macao. E ora la finale di domenica. Vediamo un po’…

 

I tempi della qualifica

 1. Sebastian Vettel      Red Bull-Renault     1m36.338s
 2. Mark Webber           Red Bull-Renault     1m36.441s  +0.103s
 3. Romain Grosjean       Lotus-Renault        1m37.155s  +0.817s
 4. Nico Hulkenberg       Sauber-Ferrari       1m37.296s  +0.958s
 5. Lewis Hamilton        Mercedes             1m37.345s  +1.007s
 6. Fernando Alonso       Ferrari              1m37.376s  +1.038s
 7. Sergio Perez          McLaren-Mercedes     1m37.452s  +1.114s
 8. Heikki Kovalainen     Lotus-Renault        1m37.715s  +1.377s
 9. Valtteri Bottas       Williams-Renault     1m37.836s  +1.498s
10. Esteban Gutierrez     Sauber-Ferrari       1m38.034s  +1.696s
Q2 cut-off time: 1m38.078s Gap **
11. Daniel Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari   1m38.131s  +1.066s
12. Paul di Resta         Force India-Mercedes 1m38.139s  +1.074s
13. Jenson Button         McLaren-Mercedes     1m38.217s  +1.152s
14. Nico Rosberg          Mercedes             1m38.364s  +1.299s
15. Felipe Massa          Ferrari              1m38.592s  +1.527s
16. Jean-Eric Vergne      Toro Rosso-Ferrari   1m38.696s  +1.631s
Q1 cut-off time: 1m39.094s Gap *
17. Adrian Sutil          Force India-Mercedes 1m39.250s  +1.429s
18. Pastor Maldonado      Williams-Renault     1m39.351s  +1.530s
19. Giedo van der Garde   Caterham-Renault     1m40.491s  +2.670s
20. Jules Bianchi         Marussia-Cosworth    1m40.528s  +2.707s
21. Charles Pic           Caterham-Renault     1m40.596s  +2.775s
22. Max Chilton           Marussia-Cosworth    1m41.401s  +3.580s
Tag: , , , , ,