Il rientro di LEI –

[youtube EuHwvsOTM3c nolink]

Il rientro di LUI –

[youtube djBsmMC76hY nolink]

[youtube 6TbyOlSLMa4 nolink]

Mezzo giro, installazione a parte,  è durato il ri-esordio ferrarista di Kimi Raikkonen e il debutto della F14-T. Poi via radio gli ingegneri hanno detto a Kimi di spegnere il motore e il box ha comunicato il problema ai media via twitter.

Se non altro Kimi è ritornato ai box su un taxi vero.

Più o meno a singhiozzo anche l’inizio Mercedes di Hamilton,pronti e via e motore spento. Mica bello.

Ma ci sta.

Per lui e anche per Raikkonen.

Niente panico aveva infatti detto Domenicali e di panico qui non se ne vede.

Forse un pochetto in casa Mercedes verso mezzo giorno per colpa dell’ala anteriore che ha tradito Hamilton mandandolo a sbattere senza conseguenze. Per lui.

Nel mentre, Ferrari chiusa dentro tutto il mattino a sistemare la F14-T tornata sul carro attrezzi dopo che Raikkonen l’aveva spenta su invito degli ingegneri.

Svelata, oltre alla Mercedes, la regina Red Bull. Muso più normale delle altre, perché Newey ha cercato di tenerlo nonostante tutto più alto.

Alla pausa pranzo,

pochi giri e poco rumore.  Soprattutto.

Un tecnico: “Sembra di essere a una gara di Porsche Cup”.

Traduco:

avete presente il rumore di una Clio elaborata che sgasa il sabato mattina fuori da un bar tamarro? Ecco, quello.

La F1 è stata imbavagliata. A metà giro, da lontano, quasi non le si sentono più e nel paddock ci si aggira smarriti.

Vettel: “Il rumore? Preferivo quello dell’otto cilindri… E se potessi tornerei ai 10…”

Ma non si può!

 

Tag: , , , ,