Vabbè, la favola Massa è rimasta circoscritta al sabato.

Anche perché in gara la Williams, di solito, sbaglia strategia.

Per cui, di domenica niente fiabe. Solo cruda realtà.

Se non altro, anche se non fa gioire una doppietta Mercedes con Nico che allunga ancora in classifica e Lewis che incassa, se non altro tutte le cosine sono tornate al loro posto. Loro sono uber alles, quest’anno va così. Facciamocene una ragione. Sono avanti anni luce e la gara normale deve più o meno rispecchiare questo.

Non concepibile al momento vederli dietro. Se succede, senza eventi imprevedibili, vuol dire che qualcosa non torna. Punto.

Tutto torna in casa Ferrari. Alonso ci mette quel tanto in più tutto suo ed è alla fine quinto dietro a Massa. La Rossa qualche passettino in avanti l’ha fatto, ma è poca cosa.

Torna anche Raikkonen che svetta più che altro per la risposta data al box che gli chiedeva di essere un paio di decimi più veloce e lui “ma voi datemi più potenza!!!”.

La sensazione? Un pilota e un team scollegati dalla realtà. Il primo che non accetta di non essere più quello che era e chiede più potenza; e l’altro, il team, in crisi di motore e telaio che a un certo punto chiede cose neanche fosse la Mercedes…

Resta il fatto che Kimi alla fine è scialbamente decimo. E i problemi di ali mobili ko al via non bastano da soli a giustificare la sua gara. A meno che non siano proseguiti lungo tutta la gara, ma questo lo capiremo poi.

Massa, dicevo, ha fatto il Massa, nel senso che ha pagato la strategia Williams restando in pista quel paio di giri in più rispetto alle Mercedes. Risultato: è stato fagocitato dietro, più indietro persino rispetto a compagno Bottas. Il finnico ha comunque fatto grande gara e primo podio meritatissimo.

Meno male che in Mercedes c’è un tale austriaco di nome Lauda. Per cui non si può dire che la Germania abbia di nuovo invaso l’Austria.

Lo si può solo pensare.

Due Toro Rosso ko.

Vettel ko

Ricciardo eroicamente ottavo all’ultimo giro.

Ben spesi i 240 milioni che patron Red Bull ha investito per resuscitare il circuito di casa

Così all’arrivo

Rosberg

Hamilton

Bottas

Massa

Alonso

Perez

Magnussen

Ricciardo

 

 

 

Tag: , , , , , , ,