– di Gian Carlo Minardi – 

 Dopo l’Austria la Formula 1 è pronta a fare il suo ingresso nel circuito che ha scritto la storia dell’automobilismo: Silverstone, un tracciato con una coreografia e una cultura sportiva unica nel suo genere.

Prepariamoci dunque a vivere un’altra entusiasmante sfida in casa Mercedes con Rosberg chiamato a difendere la sua leadership da un Hamilton supportato dal suo pubblico. Non dimentichiamoci però comprimari del calibro della Williams, o le altre monoposto spinte dal “cuore” tedesco che certamente non staranno a guardare. Più indietro invece Ferrari e Renault. Quest’ultima sta vivendo momenti poco gloriosi. Come avevo già voluto sottolineare, i malumori sono molti e mi aspetto grandi movimenti.

Questo week end ci potranno essere due incognite in più: meteo e gomme. Siamo in Inghilterra quindi la pioggia è praticamente di casa. Sul fronte pneumatici, la Pirelli porta “Medium” e “Hard” che potrebbero modificare le forze in campo. La McLaren  potrebbe beneficiarne. Hanno dato segnali di risveglio, soprattutto con Magnussen, mentre il campione del mondo 2009 è entrato nel mirino delle critiche… In ottica 2015 qualcosa potrebbe cambiare, ma non solo in casa McLaren… Sebastian Vettel è praticamente stato “scaricato” dalla Red Bull anche in virtù dei giovani come Kvyat e Sainz J. Per un marchio che vive di marketing – e non vende auto – è comprensibile il passaggio di testimone. Poi in Mercedes abbiamo un Hamilton non proprio così contento e, non dimentichiamoci che Toto Wolff è azionista Williams e manager di quel Bottas che sta dimostrando doti tecniche e velocistiche niente male…

Insomma… Che le danze abbiano inizio. Button-Vettel-Hamilton-Bottas potrebbero essere le pedine per rendere incandescente l’estate.

Per finire un po’ di Amarcord.

Minardi-Silverstone è un binomio che rievoca bellissimi ricordi come il 5° e 6° posto targato 1989 e firmato da Martini-Sala. Grazie a quel fantastico risultato entrammo nella Top-10 dei Costruttori. In quegli anni conquistare la Top-Six era come entrare oggi tra i primi tre della classifica. Un risultato indelebile nella storia e nella vita Minardi

 

Tag: , , , , , ,