– di Gian Carlo Minardi –

Ci Siamo. Questo fine settimana tornerò a Singapore dove mi aspetta un gran premio molto movimentato dietro le quinte grazie ad una Honda sempre a caccia di un top-driver. Sulla scrivania di due piloti, Alonso e Vettel, ci sono due contratti su carta intestata McLaren-Honda per la prossima stagione che attendono una risposta. Da quello che si può intuire la Red Bull non farebbe troppe storie in caso di partenza del suo pilota, avendo in casa un certo Daniel Ricciardo che si sta dimostrando vero leader.

Dall’altra abbiamo una Ferrari in cui si respira un ampio nervosismo. Certamente l’era Marchionne non ha un inizio semplice. In questi giorni il prossimo Presidente (salirà in cattedra il 13 ottobre) Ferrari ha dichiarato di voler confermare a tutti i costi i suoi attuali piloti, ma non è cosa facile trattenere un driver contro la sua volontà…

Cercherò di stare molto vigile…

Parlando invece della gara ci aspetta un’incognita in più, oltre alla notte: per la giornata di sabato è attesa quella pioggia, che fino ad oggi è stata lontana dal Marina Bay. Spero di avere una gara perlomeno asciutta. Diversamente le problematiche e le sorprese potrebbero essere non poche.

La Mercedes resta certamente l’auto da battere, ma occhio a quella Red Bull che proprio 12 mesi fa lasciava tutti gli avversari a 2” al giro. Se anche quest’anno dovessero riuscire a compensare le mancanze del motore Renault con il telaio allora potrebbero essere della partita, senza dimenticarci però della Williams. Come sappiamo ha confermato i suoi piloti dando un segno importante di continuità e serenità. Proprio nelle ultime gare i colori del team inglese sono stati una costante del podio. La Pirelli porterà le Super-Soft e le Medium che potrebbero mettere in difficoltà le McLaren che dialogano meglio con le Hard.

Chi vedo maggiormente in difficoltà è la Ferrari. Manca di trazione e motore. Inoltre i piloti stessi non sembrano sereni. A tutti gli altri non resteranno che le briciole. Toro Rosso e Force India proveranno a conquistare gli ultimi punti. D’altronde a questo punto della stagione le forze in campo sono consolidate, cataclismi a parte.

Tag: , , , , , ,