image
– di Gian Carlo Minardi – 

W la pioggia, santa subito. In un solo fine settimana abbiamo visto tutto quello che si può avere da questo bellissimo sport.

Sorpassi e contro-sorpassi, avvicendamenti, scambi di posizioni, ribaltoni, safety-car, rimonte importanti, e virtual safety-car con solo 12 vetture al traguardo, anche se alla fine hanno vinto sempre loro: due Mercedes nei primi due posti con Lewis Hamilton campione del Mondo per la terza volta, davanti a Nico Rosberg.

Per un attimo, con pista ancora umida/bagnata, Daniel Ricciardo e Daniil Kvyat ci hanno sperato. La RBR-Renault dell’australiano ha provato la fuga, prima di soffiare proprio alla fine il decimo posto a Fernando Alonso. Nulla ha potuto Nico Rosberg, decisamente contrariato a fine gara, ma non è stata la sua stagione. Ora tutta l’attenzione si sposterà verso la lotta tra lui e Vettel per il secondo posto. Chiudere la stagione dietro al ferrarista, per Nico sarebbe una disfatta enorme.

Gara magistrale di Vettel che dalla 13esima posizione è risalito fino al terzo posto, a pochi decimi dalla seconda Mercedes, così come per Sainz jr. Da ultimo a sesto. Ottima domenica per la STR che col quarto posto di Verstappen porta a casa un sacco di punti avvicinandosi al sesto posto della Lotus.

Il sesto posto della McLaren di Button è la chiara dimostrazione che è stato un week-end condizionato dal meteo e da fattori esterni. I piloti avevano girato poco, soprattutto in condizioni di asciutto, contribuendo a rendere la corsa più avvincente.

Ora ci spostiamo in Messico, new-entry 2015. Per sua fortuna Nico correrà senza il peso di dover per forza vincere. Complimento al Campione del Mondo Lewis Hamilton e speriamo di vivere altri appuntamenti come questi.

Tag: , , , ,