Alzi la mano chi al via di Sochi non ha pensato, ecco, adesso Seb finisce nei guai. Semaforo spento, casino, Vettel che scarta a destra e nel frullatore della prima staccata e delle curve due e tre finisce tamponato una e due volte.
Gara finita.
Colpa di Kvyat tamponatore.
Ma anche colpa di Seb che, campanello di allarme per la Rossa, sembra sempre più in configurazione 2014. Cioè quando Ricciardo, debuttante su Red Bull, fece il bello e cattivo tempo. Ai primi veri problemi da quando è in Ferrari, non sembra il leader che pareva ed Hamilton scattato lontano più di lui alla fine 2, dimostra che Seb altra partenza avrebbe dovuto fare. Non è stato solo Kvyat ad andare di fretta.
Ma diamogli tempo. Ne fu dato anche a mito Schumi, prima che arrivasse all’apoteosi ferrarista.
Ma qualcosa mi dice che Seb non è mito Schumi.

Ode con dubbio per Rosberg
Quattro vittorie di fila quest’anno, 7 con quelle del finale 2015, mi dicono che Nico è certamente il bravo pilota che è… E che la Mercedes ha deciso per il doppio mondiale uber alles: pilota e macchina

Raikkonen?
Lasciamo perdere
Inviato da iPhone

Tag: , , , ,