Asciutto. Dieci minuti. Pioggia. Praticamente per il resto del tempo. Poi di corsa tutti di nuovo in pista. Risultato: 1 Nico che il tempo l’aveva fatto all’inizio, prima dell’uragano sulla Stiria. 2 Lewis, che il tempo l’ ha fatto alla fine e in fretta e furia: 19 millesimi il distacco. 3 L’altro
Nico, al secolo Hulkenberg, su Force India sempre piu’ spesso col musetto davanti alla Rossa… Parliamone…

   Ci siamo: Ferrari 4a con Vettel a 6 decimi, che peró scatterà 5 posti dietro domenica, cambio sostituito, il terzo quest’anno, mica bello. Lui quando gliel’hanno detto ha esclamato “merda” poi ha detto quelle cose lí che a tutti i capi fa piacere sentire tipo “supereremo” tipo “vorrà dire che faremo molti sorpassi…  ” eccetera eccetera.

Per rendere l’idea di quanto Seb sia al momento sereno, oggi pomeriggio, alla fine di quella manciata di minuti liberi da pioggia, è finito nella sabbia. Mica bello anche questo.

    Domani motoroni nuovi per entrambi i ferraristi. Prevista piu’ potenza elettrica. Per Seb e’ il 4o dell’anno, per Kimi il 3o. Per il tedesco – così come per Hamilton- alla prossima sostituzione scatterà la penalita’.

    Fatto sta, domani in qualifica, visto il meno 5 in griglia atteso per Seb, le speranze di prima fila sono affidate a Raikkonen. Mica bello anche questo.

Tag: , ,