È un giugno denso di avvenimenti sportivi. Lasciando stare per il momento il calendario del tennis, una delle mie grandi passioni, proviamo a concentrarci sulle competizioni di calcio alla vigilia di una due giorni particolarmente intensa. Domani sera a Gerusalemme l’Under 21 di Mangia si giocherà la finale con la Spagna per gli Europei, dopodomani sera la Nazionale maggiore scenderà in campo nella seconda partita della Confederations Cup in Brasile contro il Giappone allenato da mister Zaccheroni. Qui, però, più che le questioni di natura tecnica e strettamente calcistiche, vorrei fare un gioco televisivo con chi ci starà. Quali sono i telecronisti e i commentatori che preferite? Considerato che ci troviamo di fronte ad un’offerta piuttosto ampia, con la Confederations trasmessa sia dalla Rai che da Sky, tentiamo una specie di concorso, di pagellone dei principali giornalisti impegnati. Si confrontano infatti due scuole di cronisti. Da una parte quella più classica e compassata composta dalla coppia Bizzotto-Dossena, dall’altra quella molto più moderna e autoreferenziale che risponde al binomio Caressa-Bergomi. Forse le preferenze sono una questione di età, o di abitudini consolidate. La coppia della Rai è certamente più tradizionale, meno tecnica, ma anche un tantino meno enfatica dei due commentatori della pay tv di Murdoch. Poi ci sono le altre varianti, tra le quali va segnalato il colorito duo Lollobrigida-Altafini già sentito all’opera per la partita d’esordio Brasile-Giappone. Ci si può esprimere in libertà anche per i talk show che precedono e seguono i match, le conduzioni di Marco Marzocchi e Ilaria D’Amico, gli opinionisti dei due campi. Infine non dimentichiamo la coppia degli Europei under 21 Rimedio-Righetti. Ce n’è abbastanza per sbizzarrirsi. Ma con rispetto…