Speriamo che lo Stato d’Israele accolga la proposta del quotidiano Haaretz, che chiede di concedere ai cristiani di celebrare il culto nel Cenacolo, la sala in cui una tradizione molto consolidata vuole che sia avvenuta l’ultima cena di Gesù con gli apostoli.

La sala del Cenacolo, luogo dell'Ultima Cena

Un luogo conteso non da oggi, dove papa Francesco – nel suo ormai prossimo pellegrinaggio in Terra Santa – si prepara a celebrare la Messa. Tra le proteste degli ebrei ultra ortodossi, che hanno compiuto gesti di oltraggio, oltre a chiedere con striscioni al Papa di restarsene a Roma.
Importantissima per i cattolici e per tutti i cristiani, questa sala al piano di sopra del piccolo edificio di Gerusalemme. Qui il Signore ha istituito l’Eucaristia con le parole che ancora oggi echeggiano nella Messa: “Questo è il mio corpo, che è dato per voi” (Il testo intero di san Luca si può leggere qui al paragrafo 1339). Qui Gesù risorto è apparso ai discepoli che si erano chiusi dentro per paura. Qui la Madonna e i discepoli hanno ricevuto lo Spirito Santo a Pentecoste. Così sono mura molto legate anche alla vita di Maria.

Pentecoste di Tiziano, Santa Maria della Salute, Venezia


Al piano di sotto è custodito quel che gli ebrei onorano come il sarcofago di re David. Così, come accade e non dovrebbe accadere ai luoghi santi, lo scontro è sempre in agguato. Nonostante anche dai cristiani Davide sia venerato e non poco: dalla sua discendenza è nato Gesù.
Ecco, in vista di questo importante pellegrinaggio religioso del Papa, è bello poter pregare per lui, per il dialogo con la Chiesa ortodossa e con i nostri “fratelli maggiori”. Pregare per la pace. Dolce anche sognare che l’Eucaristia torni sempre nel Cenacolo.