Ieri sera mi è arrivato un messaggino da un’amica: ‘Scusa l’ora tarda ma ero a confessarmi’. Siccome era quasi mezzanotte, mi sono incuriosita e le ho chiesto dove avesse trovato un sacerdote disponibile a darle l’assoluzione a quell’ora… E così ho scoperto che in san Giuseppe della Pace, una parrocchia milanese in via Fratelli Salvioni, alla Bullona, zona Sempione, in area di discreta movida serale, nella Settimana Santa fanno gli straordinari per il sacramento della Riconciliazione.
Ieri, stasera e domani sera don Vittorio, il parroco, confessa dalle 19 a mezzanotte.
Per chi lavora fino a tardi o non riesce proprio a trovare un altro momento libero per confessarsi, una vera manna dal cielo. Così anche per chi, in vista della Pasqua, non si confessa da tantissimo tempo e desidera un colloquio spirituale in orari distensivi come sanno essere quelli serali, ideali per confidenze notturne e anche per rinascere dall’alto…

Il figliol prodigo, Rembrandt

Il figliol prodigo, Rembrandt


Gli orari torneranno più ‘normali’ Venerdì (16- 19) e Sabato santo (7- 12 e 15-19).
Ma di notte c’è tanta coda? ho chiesto in parrocchia. Mi ha risposto un’entusiasta volontaria della segreteria: ‘C’è sempre tanta gente’. Viene da pensare a quante persone, pur travolte dalla quotidianità, abbiano bisogno di un sacerdote e vadano a cercarlo anche sacrificando un po’ di sonno. Come ripete spesso Papa Francesco, e l’ha fatto anche oggi con un tweet, ‘la confessione è il sacramento della tenerezza di Dio, il suo modo di abbracciarci’.
C’è un po’ di cielo anche negli straordinari abbracci dei parroci. Magari voi conoscete altri luoghi di grazia senza limiti di orologio.

Tag: , , , ,