A chi non è capitato (a volte a proposito) di essere accusati di predicare bene e razzolare male? Succede anche, o forse soprattutto, ai cattolici.POPE FRANCIS WEEKLY GENERAL AUDIENCE E Papa Francesco invita a prendere sul serio le accuse che arrivano da fuori e da dentro. ‘Sono molto cattolico, io vado sempre a messa, appartengo a questa associazione o a un’altra; ma la mia vita non è cristiana, non pago il giusto ai miei dipendenti, sfrutto la gente, sono sporco negli affari, faccio riciclaggio del denaro: questa è la doppia vita. E tanti cattolici sono così’ ha detto stamattina nell’omelia alla Domus Santa Marta, parlando dello scandalo che danno quanti non sono coerenti con la loro fede. ‘Questi scandalizzano. Quante volte abbiamo sentito, tutti noi, ‘ma per essere cattolico come quello, meglio essere ateo’. È quello, lo scandalo. Ti distrugge. Ti butta giù. E questo succede tutti i giorni, basta vedere il telegiornale o guardare i giornali. Sui giornali ci sono tanti scandali, e anche la grande pubblicità degli scandali. E con gli scandali si distrugge’. Il Papa ha anche fatto un esempio concreto: un’azienda sull’orlo del fallimento, i dipendenti che non ricevevano gli stipendi e il responsabile in vacanza su una spiaggia esotica. ‘Questi sono gli scandali’, ha segnalato ancora Papa Francesco. E poi, parafrasando il Vangelo, ha immaginato l’incontro con Gesù: ‘Io andavo in chiesa, ti ero vicino, appartenevo a tale associazione, non ti ricordi di tutte le offerte che ho fatto?’. Domande con una risposta. ‘Sì, ricordo. Le offerte, quelle le ricordo: tutte sporche. Tutte rubate ai poveri. Non ti conosco. Quella sarà la risposta di Gesù a questi scandalosi che fanno la doppia vita’.
Difficile sentirsi a posto dopo avere riflettuto su queste parole…

Tag: , , , ,