‘C’era anche una profetessa, Anna, figlia di Fanuele, della tribù di Aser. Era molto avanzata in età, aveva vissuto con il marito sette anni dopo il suo matrimonio, era poi rimasta vedova e ora aveva ottantaquattro anni. Non si allontanava mai dal tempio, servendo Dio notte e giorno con digiuni e preghiere. Sopraggiunta in quel momento, si mise anche lei a lodare Dio e parlava del bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme’. Così il Vangelo di san Luca presenta l’ottantaquattrenne Anna, di cui ha parlato questa mattina Papa Francesco nell’udienza generale, dedicata alla presentazione di Gesù al tempio […]