Piove? C’è il sole? Il meteo è un’ossessione, una droga che non basta mai. Non quello di cui si dovrebbero occupare le istituzioni per schivare evitabili catastrofi. Ma la meteorologia quotidiana, quella del “vediamo se piove che mi volevo mettere le scarpe basse”. Come se vivessimo murati in loculi senza finestre sull’esterno. È l’ansia della previsione in un mare di incertezze. Il tentativo di accendere un lume – che poi al massimo è un fiammifero – in un deserto di tenebre. Si può prevedere tutto – o quasi. Ma le nuvole, il sole e la pioggia hanno ancora libertà di […]