Se Renzi diventa il migliore “alleato” di Salvini.

Ho sempre considerato Matteo Renzi un leader politico dotato di indubbie qualità politiche, sia strategiche sai tattiche, e di un certo coraggio. Tuttavia credo che la mossa di questi giorni, cioè l’avvio del percorso di costruzione di un nuovo partito politico, non sia stata una mossa giusta. Renzi punta chiaramente ad emanciparsi da un partito che ritiene gli sia estraneo, anche se i dati empirici di cui disponiamo sul PD, almeno dalle primarie 2013 per la selezione del segretario nazionale, dicono chiaramente che quel partito, fra selettori (cioè partecipanti alle primarie), elettori e quadro militante attivo (delegati dell’Assemblea nazionale, da un […]

  

L’eterno ritorno dell’eguale: romanzo di una crisi di governo

Dapprima una doverosa premessa: il pezzo porta per titolo “romanzo” perché è un testo molto più lungo del solito articolo da blog. Chiedo anticipatamente venia ai lettori, ringraziando coloro che avranno la compiacenza di arrivare alla fine.  Il governo Conte II da ieri gode della fiducia del Parlamento. Si avvia così la seconda fase dell’esperienza governativa del Movimento 5 Stelle, che nel giro di poche settimane è passato da una maggioranza parlamentare con la Lega per Salvini premier a un’altra con il Partito Democratico. Un anno fa, a conclusione del mio insegnamento di Istituzioni politiche per la laurea magistrale in Scienze […]

  

Caro Salvini, meno “accattonaggio elettorale” e più responsabilità istituzionale

Una parte della puntata di ieri sera (lunedì 1° aprile) di Quarta Repubblica, una bella trasmissione televisiva presentata da Nicola Porro, che secondo me è uno dei giornalisti migliori che abbiamo in Italia, sia per quel che riguarda la carta stampata sia come anchor man di talk show che fanno audience, era dedicata al “caso Salvini”. Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, infatti, risulterebbe essere il bersaglio di un’ampia serie di attacchi che non solo puntano a screditarlo rispetto alla sua azione istituzionale ma cercano di alimentare anche odio nei confronti della sua persona, fino a incitare all’omicidio. La discussione è stata molto interessante […]

  

Bullismo di governo: lo stato siamo noi e voi non siete un ….

Rocco Casalino, portavoce del Presidente del consiglio (Il “cavaliere inesistente” Conte), dà dei “pezzi di m….” ai dirigenti del Ministero dell’Economia e della Finanza, parlando senza mezzi termini di una loro eventuale epurazione. Un comportamento gravissimo che in qualsiasi paese che ha il senso della dignità delle proprie istituzioni avrebbe comportato le dimissioni dell’autore di quelle affermazioni. Invece nel “paese dei cachi” il Presidente del consiglio invoca il rispetto della privacy. E ministri e sottosegretari o nicchiano o difendono apertamente quella persona. Il governo giallo-verde si è fin qui distinto soprattutto per inettitudine.  Dal decreto dignità (e misera) del lavoro di […]

  

Il centro-destra dopo Bologna: le scelte riguardano leadership e Europa

La manifestazione di domenica ha aperto una nuova fase politica per il centro-destra italiano. Era dal dicembre 2006, con Berlusconi, Bossi e Fini, che non si vedeva una manifestazione unitaria di quello schieramento. La riforma della legge elettorale, che nel caso in cui nessuna lista ottenga al primo turno il 40% dei consensi prevede un ballottaggio fra le due liste che hanno ottenuto più voti, ha senza dubbio contribuito a produrre un primo incentivo alla ricerca dell’unità (anche se il centro-destra avrebbe preferito una legge elettorale che attribuisse il premio di maggioranza alla coalizione invece che alla lista). Così come il pericolo rappresentato […]

  

Il blog di Luciano Fasano © 2022
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>