“Maria Maddalena”, apostola degli apostoli che non riesce a emozionare

Sappiate perdonare e siate luce. E il Regno vi accoglierà.   Da millenni etichettata come la prostituta che mai fu. Un destino infamante ha sottratto a Maria di Magdala il ruolo di apostola o – come l’ha recentemente definita papa Francesco – “apostola degli apostoli”. Una sorta di prima inter pares che rimette in discussione molto altro negli assetti teologici. Nel 591 papa Gregorio, poi denominato “magno”, ne intravide la fisionomia nella peccatrice che la tradizione ha consegnato ai credenti e, solo recentemente, questa interpretazione è stata criticamente rivisitata con puntiglio. E conseguente riabilitazione, peraltro ancora lontana dal concludersi. Maria Maddalena […]

  

“Ricomincio da noi”, la nuova vita dopo un tradimento british

Tutto cominciò, o forse finì, dietro quella porta. L’apparente contraddizione è solo una questione di prospettive. Perché dietro quella porta, un marito viene sorpreso mentre bacia appassionatamente un’amica di sua moglie e per lei – al tempo stesso – finisce un matrimonio e inizia una nuova vita. La cornice anagrafica non è delle più verdi e l’irreparabile accade alla festa per il pensionamento dell’uomo, campione di tennis e, fino a quel momento, di rispettabilità. È una tarda età divertente e baldanzosa che non si arrende allo scorrere della vita ma se ne rende protagonista. Ricomincio da noi di Richard Loncraine, regista prevalentemente teatrale, […]

  

“Nome di donna”, storia di abusi insegnata a chi già li condanna

La violenza non necessariamente è fisicità. Subliminale. Sotterranea. Indiretta. Mascherata da reciprocità di favori. Abita nel ricatto e sopravvive di doppiezza. Il satrapo abusa del suo potere e, specialmente sul lavoro, si nasconde dietro il paravento di un assoluto prestigio. Indiscutibile fino all’attimo in cui la maschera viene strappata dal volto accattivante dietro il quale si cela il mostro. Lo chiamano mobbing e significa persecuzione esercitata sul luogo d’impiego da parte di un collega o di un superiore. L’immensa casistica contempla la richiesta di prestazioni sessuali di cui spesso le donne sono destinatarie da parte di spregiudicate controparti. Un sopruso […]

  

“Rachel”, la libertà di una donna sola e la follia di un uomo innamorato

Colpevole o innocente…   Il mondo chiuso della borghesia rurale inglese si nutre di una campanilistica diffidenza. Succo di solitudine. Angoscia distillata con l’amaro di una lontananza a tutto. Confronto fra vita vissuta e soltanto assaggiata. Bambagia immemore di infelicità futura. Quella di Philip, orfanello allevato dal cugino Ambrose, è la storia di chi impazzisce per amore, debella i pregiudizi in preda alla follia del cuore e paga l’altissimo pedaggio di chi è travolto dall’ignoto. Ovvero lasciare che i sensi, mai allenati, siano condotti dall’astinenza sulla china peggiore. Una mente obnubilata. Rachel di Roger Mitchell è opera di fantasia e […]

  

“Red sparrow” tra Russia e America continua un’infinita guerra di spie

Gli incidenti? Non sempre sono una fatalità   Dominika aveva una sola passione. La danza. Durò poco come prima ballerina. Il partner la azzoppò cadendole addosso e rompendole una gamba in modo incompatibile con il ballo. L’incidente, che forse non fu incidente ma dolo, fece perdere una stella e regalò ai servizi segreti russi una spia. Controvoglia. Perché la ragazza aveva in testa una cosa sola dopo la vendetta. Dopo aver scoperto che quel partner se la spassava con chi la aveva sostituita. In codice li chiamavano “passeri”. Erano le nuove leve che supportavano il lavoro degli agenti sotto copertura. […]

  

“Quello che non so di lei”, Polanski fa sfidare sua moglie con Eva Green

Non siamo responsabili delle vite degli altri   Due donne e una penna. Metafora di scrittura, perché la prosa è il denominatore comune fra una scrittrice di successo in crisi di ispirazione e una “ghost writer” che mette le sue frasi al servizio di altri. Ma resta sempre nell’ombra. Si dà il caso che quest’ultima sia un’ammiratrice della prima e tenti di soccorrerla nei suoi giorni disperati. La narratrice, in balia di se stessa e dei suoi fantasmi le si affida senza remore, al punto da concederle l’uso del computer e delle sue parole chiave per gestire posta e contatti […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>