“Waiting for the barbarians”: identikit del nemico che non c’è

Sette giorni in una fortezza con il fiato del nemico addosso. Ma chi sarà mai questo rivale del quale non si vede né traccia né ombra. Un mistero per il Magistrato (Mark Rylance, premio Oscar come miglior attore non protagonista ne Il ponte delle spie) e, tutto sommato, anche per il colonnello Joll (Johnny Depp) cui spetta l’obbligo di un’ispezione per accertare il corretto operato del rappresentante di un governo assente. Inizialmente, il rapporto fra i due è un misto di subordinazione e collaborazione fino a trasformarsi in una scacchiera dove il Magistrato e l’ufficiale cercano di scoprire chi mai […]

  

“C’era una volta a… Hollywood”: quando il cinema riscrive la Storia

Io ci provo…   Un sogno. Narcosi della realtà. Il cinema inventa favole e rimescola le carte di un mazzo non sempre foltissimo. In uno scorcio di secolo in cui latita la fantasia e gli spunti sono storie vere tradotte sul grande schermo senza troppi innesti, c’è anche chi immagina. E vorrebbe correggere una realtà sgradevole. Disturbante. Odiosa. Un delitto che ha lasciato tracce indelebili, quello di Sharon Tate nell’eccidio di Cielo drive, che la losca “Famiglia” di Charles Manson trasformò in un inferno, una sera d’estate di cinquant’anni fa. Accanto a Charlie says di Mary Harron che ricostruisce i retroscena […]

  

“Hostiles”, in viaggio con gli indiani diventando amico del nemico

Ognuno di noi ha colpe. Io chiedo solo una seconda opportunità.   I cheyenne non hanno rispetto per i loro capi. Sono sanguinari e implacabili anche con loro. E non guardano mai indietro. Falco Giallo lo sa bene. Prima che una malattia lo prostrasse, aveva steso una scia di morte dietro di sé e il capitano Joe se lo ricorda. Sul campo aveva lasciato molti amici. Li aveva visti morire. Non li aveva potuti salvare. È l’anno del Signore 1892. Ma anche nel New Mexico il mondo è piccolo, troppo per pensare che non avrebbe più incontrato quel dannato indiano. […]

  

Banditi metà iene e metà “bastardi”: ecco “The hateful eight” di Tarantino

La vera giustizia? Uccidere con distacco. Se c’è tensione emotiva non c’è giustizia   Ai margini della guerra di secessione. La presidenza Lincoln è una garanzia contro il razzismo, che tante volte confina con la delinquenza. Ma altrettante volte è qualcosa di completamente diverso. Come il leggendario West, non sempre e non solo terra assolata di mandrie di bufali. Il Wyoming è regione inospitale e gelida. Alla stregua di certi cuori battuti e sconvolti da tempeste furiose. Culla di bugie. Giaciglio dell’odio. E la bufera che spazza la regione non è soltanto un agente atmosferico. Il colpo gobbo della meteorologia. […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>