“Sono tornato”, il Duce del Duemila ritrova un’Italia allo sbando

Chi sono i buoni… E chi i cattivi…       Catapultato nella postmodernità del terzo millennio, attraverso la porta magica che comunica il mondo dei morti con quello dei vivi, il Duce del Duemila ha i sogni e l’ambizione dei tempi che furono. Piovuto dal cielo in divisa militare a pochi passi da una multietnica partita a calcetto tra bambini all’Esquilino, Mussolini fatica a ritrovare se stesso e luoghi che gli furono familiari. Ma soprattutto – sorpresa delle sorprese – tra l’Italia degli anni Venti del Novecento e quella di quasi un secolo dopo non sembrano esserci molte differenze […]

  

“Made in Italy”, Ligabue canta e filma lo sconforto di un italiano

Che cosa ci faccio io qui…   Un uomo malmesso con il lavoro, la compagna e perfino se stesso. Come se non bastasse, pur senza accorgersene, aveva problemi anche con gli amici del cuore. Colleghi con i quali divideva giorni di insoddisfazione e serate di svago a caccia di qualcosa che allontanasse i problemi. Insomma, uno stereotipo abbastanza diffuso che si riflette in Made in Italy, l’ultimo film di Luciano Ligabue, già alla regia con Radiofreccia e Da zero a dieci. L’opera costituisce una parte della composita attività di un cantautore, agile con la penna in chiave letteraria – l’artista di Correggio è […]

  

“Ritorno in Borgogna”, il vino buono ricostruisce pure le famiglie

Da piccolo pensavo che ogni giorno in Borgogna fosse diverso, poi mi resi conto che drammaticamente erano tutti uguali. E scappai   In vino non è sempre veritas quella che inebria. E Jean, il maggiore di tre fratelli torna nell’amata-odiata Borgogna dopo un giro del mondo che gli ha regalato una donna che non lo vuole più e un figlio. Il piccolo Ben, relegato nella remota Australia, non si spiega perché papà attraversi l’oceano. Nessuno gli ha spiegato che esistono i nonni. Lui, il piccolo, vede solo filari di vite e una mamma che ragiona con i cicli stagionali dell’emisfero australe, […]

  

“Nove lune e mezza”: ecco le famiglie che popolano il terzo millennio

I figli sono di chi li cresce, non di chi li fa.     Due sorelle. Una può ma non vuole, l’altra vorrebbe ma non può. Soggetto, avere bambini. In mezzo, uomini sull’orlo di una crisi di nervi, che poi puntualmente arriva. Come l’immancabile famiglia omosessuale  che, a sorpresa, mostra di essere molto più stabile ed equilibrata delle corrispondenti in versione etero. Insomma, si rischia forte. Il prezzo è alto, ma a trionfare sarà il buon senso, a dispetto di un titolo che non è buttato a caso. Nove lune e mezza è il tempo necessario per mettere al mondo […]

  

Locarno 17 / “Le buone maniere” per educare un lupo mannaro

Dice la leggenda: i lupi mannari nascono dall’unione fra una donna e un prete o fra una persona sposata e un’altra libera   Notti di luna piena. Notti di trasformazioni. Carni dilaniate. Ululati e angosce. Il lupo che non ti aspetti nasce al colmo di una gravidanza che coinvolge in un tutt’uno due donne disperate. La prima, abbandonata dall’uomo che la sta per rendere madre, la seconda – senza lavoro – “sbranata” da un’affittacamere che non lascia tregua ai suoi debiti. Il bigotto cattolicismo brasileiro è la cornice di un dramma che potrebbe risultare goffo e invece riscatta uno status […]

  

Locarno 17 / Il sogno vivo di “Lucky” tra la solitudine e il deserto

Io, fortunato, perché in guerra facevo il lavoro meno pericoloso   Lucky è fatto così, un uomo ritroso quanto determinato. Uno che vive del suo e poco si interessa ai casi degli altri. Vive al confine con il deserto e non ha lo sguardo perso nel vuoto, ma è alato di solitudine. Di quell’essere soli che non confina con la nostalgia o con la malinconia ma con l’amarezza di una routine che non protegge e annienta le ore. Le corrode. Le uccide. È assenza di vita nella stessa misura di cui rende i giorni identici come se fossero coniati da uno […]

  

“La vita possibile” è un inno alla speranza

Vattene!   Storia di un fuga. E, al tempo stesso, di un approdo. Sullo sfondo, violenze da cui si cerca il riscatto. Si evoca il demone. E si scongiura il ripetersi. Nei mesi della campagna di sensibilizzazione sociale contro il femminicidio spunta sul grande schermo La vita possibile di Ivano De Matteo, già noto per I nostri ragazzi, che ora torna con un’opera che costituisce un passo avanti rispetto ai bamboccioni pasticcioni e impenitenti che fanno tribolare mamme e papà. Film a tratti respingente per l’aggressività con la quale vengono trattati alcuni temi, tra cui la contrapposizione – decisamente esasperata – tra […]

  

“Lolo – Giù le mani da mia madre”: ora i bamboccioni la fanno da padroni

Piccoli bamboccioni crescono. Si allenano. Si esercitano. La famiglia a due – mamma e figlio – scopre le crepe che minano la casa. Fratture che non si vedono, ma si sentono, non appena mamma trova un fidanzato. A buttarla sul ridere, ma non troppo, è Julie Delpy, due volte candidata all’Oscar per Prima del tramonto e Before midnight, entrambi di Richard Linklater. Ebbene con Lolo – Giù le mani da mia madre, titolo aggiuntivo tutt’altro che indispensabile all’originale nomignolo, la Delpy approda alla sua sesta regia con un film presentato a Venezia nel 2015, ma rimasto in astanteria. Il tema è […]

  

“Florida”, capricci tristi da terza età

Il nome di uno stato. E di una fuga. Dal presente. Dall’anzianità. Dalla temuta fine di tutto. E perfino dalla demenza. Trasformazione di corpi e cervelli. L’ostinazione a volerci essere anche quando tutto sembra cospirare verso il non esserci più. Abdicare alla propria memoria. Gli ultimi bagliori prima delle tenebre. Le ultime impennate di un sentimento mai sopito che gli anni non possono offuscare o cancellare. Una corsa a perdifiato dentro e fuori dai confini del tutto. E dell’unità famiglia. Florida di Philippe Le Guay, apprezzato regista di Molière in bicicletta, è un fiume cinematografico in cui confluiscono apporti eterogenei. Un po’ […]

  

“Una notte con la regina” nel ’45 Elisabetta sembra Cenerentola

Povere care, non si sono mai divertite…     I nodi vennero al pettine la sera dell’8 maggio 1945. La guerra era appena finita e proprio questo si festeggiava per le strade di Londra e non solo. Tra tanta gente comune, due ragazzine come tante, che tali non erano. Lillibet e Margaret. Le figlie di Giorgio VI, il balbuziente sovrano che il cinema ha raccontato ne Il discorso del re di Tom Hooper. Il buon padre che concede una notte di svago alle due sorelline di 19 e 15 anni, mai uscite da Buckingham Palace. Nemmeno per andare a scuola. Una notte […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>