Nella vetrina dell’home cinema: “Anna”, la spia che non voleva spiare

Anna Povliatova era una spia ma la differenza con tutte le altre sue colleghe del passato e del presente, in realtà o sugli schermi, è che lei cercava solo una vita tranquilla. La ricompensa chiesta era sempre la stessa. Non dobloni. Non dollari su un conto cifrato sull’isola che non c’è. Semplicemente la possibilità di uscirne integra. Viva e vegeta. Non così scontato per chi, di mestiere, uccide e tradisce. Anna di Luc Besson è un film vero, nel senso che nasce per arrivare in sala ma in questo scorcio di secolo è arrivato sul web, nel catalogo Prime, se […]

  

Nella vetrina dell’home cinema: “Amore a seconda (s)vista”

Quella sensazione di leggero dèjà vu che stupisce e disorienta, quando la quotidianità assomiglia a uno ieri dai contorni sbiaditi. Il “già visto” si trasforma in “già vissuto” e la mente inizia il suo viaggio a ritroso. Fuga e scava per scoprire dove e in quale tratto di vita il passato sembra ancora presente. Un po’ come accade a Raphaël, un giovane con ambizioni da scrittore che inciampa in Olivia, timido talento del pianoforte, della quale s’innamora contraccambiato. A questo punto la sorpresa. Tutto procede a gonfie vele, il suo romanzo si afferma nel panorama editoriale ma qualcosa prende la solita maledetta […]

  

Nella vetrina dell’home cinema: “Un sogno per te”, l’amore sotto il Muro

L’amore sotto il Muro nascente in una Berlino divisa a fette come una torta indigeribile.  Il clima della zona sovietica non è affatto consigliabile e chi può – ma soprattutto chi intuisce in anticipo la brutta china – scappa a gambe levate. L’esodo viene arrestato con quel muro che sarà abbattuto solo nell’autunno del 1989 ma intanto saranno molte le esistenze troncate sul fiorire degli anni. Vite non significa solo morti ma pure sentimenti troncati. Lacrime. Cuori spezzati. Un destino che stava per colpire pure Emil e Milou e, invece, si trasforma in una favola quando meno ce lo si […]

  

Nella vetrina dell’home cinema: “Il padrino III” corretto nel trentennale

Vincent é il solito spavaldo, un po’ arrivista un po’ bravo ragazzo che non dà retta a quelle voci cattive su zio Michael. Non può aver fatto uccidere il fratello, ovvero suo padre. Non può. Lui non ci crede. E ne convince anche Mary, la cugina con la quale se la intende, neanche troppo sotto copertura. Vincent è sempre il solito. Appena vede quel bulletto elegante di Joey Zasa, gli monta il sangue agli occhi. Perde le staffe. Si risveglia come papà Sonny, uno che per il sottile non è mai andato. Perché Joey sarà pure il gangster più trendy […]

  

Nella vetrina dell’home cinema: la verità bruciante di “Cattive acque”

Una delle parole più abusate del Venti-Venti è eroe. Tuttavia sentirla ripetere a proposito del film di Todd Haynes, Cattive acque, dà una sensazione ben diversa da qualsiasi altro contesto. Vigila da artefice di quella che ispira il racconto di fatti realmente accaduti. Ed è verità. Cattive acque non è soltanto eccellente dal punto di vista cinematografico, lo è anche in una prospettiva sociale e in quella che dovrebbe essere la missione comune degli uomini del terzo millennio. La lotta alle bugie, inquinanti non solo metaforicamente, in quanto avvelenatrici di rapporti ma anche causa di intossicazioni e conseguenze letali, come quelle relative […]

  

Nella vetrina dell’home cinema “Volevo nascondermi” da collezione

Volevo nascondermi ci riprova. Il film di Giorgio Diritti è stato il grande sfortunato del 2020 con la programmazione in sala fissata per un periodo normalmente strategico ma tristemente abortita. In agenda l’uscita fissata alla fine di febbraio è stata sospesa per colpa della pandemia e, inizialmente, ha atteso la riapertura. Non è quindi approdato su piattaforme e, solo nella pausa estiva, ha ritrovato l’esordio in un periodo però purtroppo da sempre poco propizio per il cinema. L’estate. All’approssimarsi dell’autunno la nuova chiusura delle attività commerciali ha nuovamente ostacolato la proiezione. Adesso Eagle Pictures lo porta nella vetrina dell’home video in […]

  

La vetrina dell’home cinema: “1918” Il film che ha dribblato le sale

Giorni del sacrificio più che del coraggio. Questo si rivelò l’offensiva di primavera finita nel massacro. Marzo 1918, Francia settentrionale. Le trincee inglesi furono spazzate via dall’onda d’urto tedesca tra Fiandre e Belgio meridionale. Una fascia di terre che vennero poi riconquistate ma inondarono di sangue giovanile le viscere della Grande Guerra. Il film che è nato da quelle vicende – 1918 di Saul Dibb, regista di Suite francese – è sfuggito a tutti e non per suo demerito. A penalizzarlo oltre misura è stata la pandemia che lo ha bloccato e strozzato proprio quando stava per arrivare il momento dell’uscita. Diciamolo […]

  

La vetrina dell’home cinema: “L’uomo invisibile” ha saltato le sale

Un braccio a cingere la vita di lei. Una notte di sonno tiepido mentre l’oceano non sonnecchia affatto. La donna si sveglia e prepara la fuga di soppiatto ma commette un errore che forse non appartiene al personaggio ma al copione. Slaccia inutilmente il collare al cane, prima di scavalcare il muro di cinta e attendere il sopraggiungere dell’auto guidata dalla sorella, alla quale aveva dato appuntamento per la fuga. Il compagno, svegliato dall’allarme collegato all’incolpevole Zeus, parte all’improvviso e si catapulta in mezzo alla strada per impedire con violenza l’eclissarsi di quella figura che fino a poco prima dormiva […]

  

La vetrina dell’home cinema: “1917” spiegato dal regista Sam Mendes

A distanza di tre anni si può dirlo. Appartiene al regista Sam Mendes il pregio di aver commemorato nel modo migliore il secolo di ricorrenza della Grande Guerra. Il suo 1917 offre uno spaccato del conflitto in chiave tanto impersonale da riuscire a immortalare nei protagonisti ogni soldato che combattè, lo spirito dell’”inutile strage”, il compianto di chi non tornò vivo dalle trincee e di chi pagò per tutta la restante vita. Sarà difficile, in futuro, aggiungere qualcosa a quanto mostrato in questo film che  non vuol essere una lezione di storia ma affida ai dettagli il proprio altissimo valore. E ora che […]

  

La vetrina dell’home cinema: il fuoco psicosociale di “Burning”

Dal Giappone di Murakami alla Corea di Lee Chang-dong il passo sembra breve. Oriente estremo. Talmente estremo da assomigliare a un assaggio di Occidente in questo orizzonte trimillenario che sembra appiattire distanze e culture. Tutto si mescola. Tutto si amalgama. Soprattutto dove si raccontano psicologie e misteri dell’anima con il taglio affascinante del mistery thriller, come accade in Burning in cui il regista di Taegu si ispira al romanziere di Kyoto. E il film, che in autunno ha fatto il suo passaggio in sala, ora arriva in versione blu ray per merito di Tucker che lo produce e CG entertainment che lo distribuisce. […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>