Chiedete a voi stessi quante vite può valere questo cucciolo d’uomo   Mowgli è triste, non vuol lasciare la comunità degli animali che lo ha allevato. Lui, l’uomo, il padre del bambino, se l’è data a gambe all’approssimarsi del primo pericolo. E tanto basta a quel “cucciolo” per capire che i suoi simili, gli umani, non sono gente affidabile. Esistono i cattivi anche nella fauna e la tigre Shere Khan vuo sottomettere alla propria arroganza tutta la giungla. Un luogo per antonomasia dove la guerra è libera e lo scontro è senza limiti. Per Mowgli però esistono i sentimenti, come […]