“Le sorelle Macaluso”, dramma e poesia nello scorrere di cinque vite

Le creature animali non sono come quelle umane. Conoscono la gratitudine e non chiedono nulla. Periferia di Palermo. A casa Macaluso l’unica presenza costante è quella dei colombi. Sono loro gli unici ad andare e venire con costanza. Gli unici a non demordere e rispettare la prigione. Come se la libera uscita, tacitamente pattuita, sia un impegno da onorare anche nei cieli di una terra dove l’onore non è soltanto una parola. E il concetto è chiaro perfino a chi, abitualmente, vola. In un film di assenze, dove il vero tema è la scomparsa, l’unica forma di resistenza è personificata […]

  

“Figlia mia”, la personalità femminile delle madri con troppi omissis

L’uomo è complesso, la natura è semplice. Ma talvolta sa essere complessa.   Una donna con una bottiglia in mano guarda lontano. È il vuoto paesaggistico di una Sardegna che, nella sua aridità, riflette la vacuità interiore. Giallo. Luce e sole sintetizzati in un colore contrario agli stati d’animo. Turbamenti che uniscono tre personaggi femminili, una bambina e due donne. Figlia mia della romana Laura Bispuri che nel 2015 aveva sorpreso il pubblico con Vergine giurata, storia albanese lontana dalla nostra realtà, è la vicenda della piccola Vittoria a caccia della verità sulle sue origini. Proprio la bimba, nell’estate dei suoi dieci anni, smaschera […]

  

“50 primavere”, aurora di una donna

Le età di una donna hanno sapori dolceamari, ma la verità è che la vita è una ruota girevole. La gioia si accavalla allo sconcerto. Ad attese deluse, poi inaspettatamente soddisfatte in un’altalena di sensazioni e sentimenti che non importa se scocca il mezzo secolo o se, sulla torta, le candeline sono una trentina scarsa. Si ride e si piange a ogni frontiera e questo è il messaggio – affatto scontato – che esce da 50 primavere di Blandine Lenoir, attrice e regista francese di 44 anni al suo secondo lungometraggio dietro la macchina da presa. Il titolo originale – Aurore – […]

  

“Le donne e il desiderio”, la Polonia che (fortunatamente) non conoscete

Il confine tra il desiderio nella sua forma di umana ambizione e quello che invece confina con la passione è fragile. Talmente debole da confondersi con facilità nelle sue molte declinazioni, non solo dalla prospettiva molteplice dei traguardi che le protagoniste pongono davanti a sé, ma anche nei diversi soggetti femminili presi in esame. Le donne il desiderio di Tomasz Wasilewski, ambientato in una Polonia post comunista che ha i tratti deteriori del peggior capitalismo, coniuga i casi di quattro protagoniste che incrociano i propri destini in un cammino discutibile e dall’esito interlocutorio. Aspetto comune a tutte la libertà di […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>