Nella vetrina dell’home cinema: “Anna”, la spia che non voleva spiare

Anna Povliatova era una spia ma la differenza con tutte le altre sue colleghe del passato e del presente, in realtà o sugli schermi, è che lei cercava solo una vita tranquilla. La ricompensa chiesta era sempre la stessa. Non dobloni. Non dollari su un conto cifrato sull’isola che non c’è. Semplicemente la possibilità di uscirne integra. Viva e vegeta. Non così scontato per chi, di mestiere, uccide e tradisce. Anna di Luc Besson è un film vero, nel senso che nasce per arrivare in sala ma in questo scorcio di secolo è arrivato sul web, nel catalogo Prime, se […]

  

“Woman in gold” dipinta da Klimt: quando i nazisti rubarono la patria

“Il passato è il passato. Dobbiamo lasciarlo andare”.   Tesi e antitesi. Tra acquiescenza, come consapevolezza di ciò che è stato, e l’implacabile sete di una giustizia truffata. Come la Storia. Quella vera. E un dipinto famosissimo, a metà strada fra una dittatura che morde, un saccheggio vandalo, un frammento di collezionismo e l’Olocausto. Woman in gold di Simon Curtis è il racconto di vicende di vita vissuta dove nulla è romanzato. E anche se il tema può apparire una rivisitazione – in fondo, le opere d’arte trafugate dai nazisti sono l’asse portante anche di altri film come il recente […]

  

Il blog di Stefano Giani © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>