Poche persone hanno l’opportunità di pensare che quello sarà il loro ultimo giorno da vivere. Walter McMillian non aveva ucciso, le sue colpe erano solo coniugali. Tuttavia, in quella parte di America dove i diritti civili non erano ancora del tutto acquisiti, per incriminare un nero bastava poco. Pochissimo. E meno ancora importava che fosse tutto vero. O drammaticamente falso. Una bugia poteva portare al patibolo che, nel XXI secolo si chiama sedia elettrica. Per i più eleganti, “morte per elettroconduzione”. E la giustizia, che non è sempre degna del suo nome, finisce per obbedire al volere distorto dei tribunali. Assicurare […]