Pensavo che fossimo destinati a crescere tra uomini che si amano e si rispettano, ma ho visto che questo mondo è un orrore.   “Chiedo che questa coppia non faccia più figli. Non li merita”. L’essenza di Capharnaüm sta in questa domanda al magistrato fatta dal piccolo Zain, un ragazzino di dodici anni che la vita ha buttato su una strada. Ha lasciato crescere tra le pieghe di una società che i bambini li vende. Li tratta come merce di scambio. E non se ne vergogna perché ha saputo convincere se stessa e altri che, talvolta, disfarsi di loro può essere una nuova opportunità. Dolce […]