L’emozione è reale, tutto il resto è fila in posta.   Da che parte si legge la parola truffa. Una prima proposta è quella convenzionale. L’inganno che falsifica. La menzogna rivenduta con il sorriso. Verità millantata. Ma c’è di più. La truffa è dare a credere. E credere talvolta è un’emozione vera. Perché lo stato d’animo, qualsivoglia sia la sua origine e la sua natura, non ha nulla di fittizio. E’. Insomma. Reale. E allora che male ci sarebbe nel regalare il brivido di un sogno che si realizza. Ma certo, l’imbroglio. L’artificio che spinge a immaginare ciò che vero […]